In rialzo i positivi (+311). Quattro vittime

16 MAR, CATANZARO – Balzo di ricoveri in area medica in Calabria. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 19 nuovi ingressi in reparto (277) mentre in terapia intensiva c’è un nuovo ingresso (29).

Oggi, nel bollettino del dipartimento Salute della Regione vengono segnalati 311 nuovi positivi con mille tamponi in più (2.821) rispetto ad ieri ed un rapporto tamponi-positivi dell’11,02% (ieri 11,69%). Quattro le vittime con il totale che sale a 740. Gli isolati a domicilio sono 7.428 (+78), i guariti 33.235 (+209) ed i casi attivi 7.734 (+98). Tra i casi confermati oggi, la maggioranza è a Cosenza (120), seguita da Reggio (85), Crotone (61), Catanzaro (33) e Vivo (12).
    In Calabria, ad oggi, sono stati sottoposti a test 587.641 soggetti per 623.952 tamponi eseguiti e 41.709 positivi.
    Territorialmente, da inizio pandemia, i casi positivi sono distribuiti a: Cosenza: casi attivi 3.300 (53 in reparto AO di Cosenza; 16 in reparto al presidio di Rossano;15 al presidio ospedaliero di Acri; 19 al presidio ospedaliero di Cetraro; 0 all’Ospedale da Campo; 13 in terapia intensiva, 3.184 in isolamento domiciliare); casi chiusi 8.979 (8.674 guariti, 305 deceduti). Catanzaro: casi attivi 1.880 (26 in reparto all’AO di Catanzaro; 6 in reparto al presidio di Lamezia Terme; 10 in reparto all’AOU Mater Domini; 9 in terapia intensiva; 1.829 in isolamento domiciliare); casi chiusi 3.987 (3.883 guariti, 104 deceduti). Crotone: casi attivi 537 (25 in reparto; 512 in isolamento domiciliare); casi chiusi 2.767 (2.721 guariti, 46 deceduti). Vibo Valentia: casi attivi 522 (15 ricoverati, 507 in isolamento domiciliare); casi chiusi 3.429 (3.365 guariti, 64 deceduti). Reggio Calabria: casi attivi 1.445 (82 in reparto all’AO di Reggio Calabria; 10 in reparto al P.O di Gioia Tauro; 7 in terapia intensiva; 1.346 in isolamento domiciliare); casi chiusi 14.504 (14.283 guariti, 221 deceduti). Altra Regione o Stato estero: casi attivi 50 (50 in isolamento domiciliare); casi chiusi 309 (309 guariti).