CONF.A.I.L. – F.A.I.S.A

Federazione Autonoma Italiana Sindacati Autoferrofilotranvieri

Internavigatori – Autotrasportatori e Ausiliari del Traffico

COMUNICATO STAMPA

La scrivente O.S, più volte ha ribadito la necessità del ripristino della tratta di Ferrovie della Calabria, che collega la Sila, ormai dismessa dal 2009. Il grido dall’allarme per il ripristino nasce soprattutto dalle continue interruzioni stradali che riguardano la SS 107 Silana-Crotonose.

Da diverso tempo ormai è un continuo cantiere di lavori interminabili e con la conseguente chiusura del viadotto Cannavino e altri punti nevralgici.

Come O.S., riteniamo che soprattutto in questo momento di sviluppo del settore Ferroviario con la pianificazione di investimenti rilevanti in un prossimo futuro per il rinnovo della rete ferroviaria in genere, con treni di alta velocità e di nuovi treni con tecnologia idrogena, sarebbe opportuno proprio in questo momento investire e progettare anche per il ripristino della storica tratta citata, che porterebbe dei vantaggi  per gli spostamenti, di chi vive lontano dalla citta, per motivi di lavoro, per le attività scolastiche, per l’università, e per ogni altra esigenza.

Naturalmente tutto questo porterebbe grandi giovamenti al traffico sulla SS. 107, con notevole riduzione dei rischi di incidenti stradali, (su questo tratto stradale purtroppo la percentuale di incidenti è elevata) e meno inquinamento atmosferico.

Il collegamento quindi non solo gioverebbe all’azienda di Ferrovie dello Stato ma anche e soprattutto all’intera popolazione.

Si resta fiduciosi che questa volta la nostra richiesta non rimanga inevasa e si spera di poter vedere al più presto il ripristino del tratto ferrato silano collegato con gli impianti di Lorica per creare anche un progetto innovativo per la nostra Regione.

Si resta inoltre in attesa di un riscontro da parte dell’Assessore alle Infrastrutture e Trasporti, e disponibili a un confronto e a una collaborazione per la buona riuscita dei lavori.