COMUNICATO STAMPA

La scrivente O.S., ha ricevuto varie segnalazioni con la richiesta di modifica dell’orario di partenza del treno R5691 che da Sibari è diretto a Cosenza.
Il treno in oggetto parte dalla Stazione di Sibari alle 5.40 e arriva a Cosenza alle 6.36 e trasporta molti operai edili del comprensorio della Valle dell’ Esaro, (50 mila abitanti circa) attraversa diversi Paesi e ferma a diverse stazioni come San Marco Roggiano, Spezzano Albanese, San Lorenzo del Vallo e Tarsia. Inoltre, un altro comprensorio di più paesi fa riferimento alla stazione di Torano, prima che arrivi a Castiglione Cosentino per giungere infine alla Stazione di Cosenza che è il capolinea. Come già detto viaggiano su questo treno principalmente operai edili, quali: carpentieri, muratori, manovali, elettricisti, idraulici, ecc.,  e poiché l’orario di arrivo alla stazione è alle 6,36 e i cantieri aprono generalmente alle 7,00, i lavoratori hanno serie difficoltà a essere in orario sul posto di lavoro e rischiano tra l’altro possibili sanzioni per gli eventuali ritardi.

Alla luce di quanto espresso, si chiede di anticipare l’orario di partenza del treno R5691 di circa 30 minuti per dare possibilità a questi viaggiatori, (spesso costretti ad organizzarsi con veicoli commerciali e auto private) a poter raggiungere il posto di lavoro tranquillamente e, inoltre, dare anche la possibilità  ad altri pendolari di usufruire  delle coincidenza con i bus di Ferrovie della Calabria per Lamezia aeroporto,  Catanzaro città,  Germaneto, San Mango e Falerna e oltre ad altri 15 paesi del comprensorio di Cosenza. Altri pendolari invece hanno la necessità di prendere la coincidenza dei treni, sempre di Ferrovie della Calabria, che vanno dalla Stazione di Vaglio lise per raggiungere il termine corsa di Rogliano passando per i vari paesi che la circondano.

 Ci teniamo a segnalare che di recente ci sono stati oltre ai nostri solleciti anche quelli fatti dalla Senatrice Abate.