Già raggiunte 41 mila unità immobiliari, investiti 18 mln euro

19 MAG, REGGIO CALABRIA – La rete in fibra ottica è ormai una realtà anche a Reggio Calabria. Grazie all’intervento di cablaggio e la realizzazione da parte di Open Fiber di una rete ultra veloce nel territorio comunale che sarà completata entro l’anno.

Già raggiunte oltre 40 mila unità immobiliari delle 51mila previste, per un investimento di circa 18 milioni di euro.
    “La pandemia da covid-19 ha cambiato molte abitudini – ha affermato il vice sindaco di Reggio Calabria, Tonino Perna – e ha determinato un imponente utilizzo del cosiddetto ‘smartworking’. C’è sempre più necessità di buone connessioni, e soprattutto connessioni veloci. Per questo come Comune abbiamo aderito alla rete meridionale ‘South working’ che favorirà quel processo in atto che vede molti giovani qualificati, che dai luoghi di lavoro, lontano dalla Calabria sono tornati qui a vivere e lavorare, a distanza, grazie alla tecnologia”. “La fibra ottica fornisce dei vantaggi importanti – ha spiegato Sabrina Guzzi, field manager per Reggio Calabria – e il periodo di lockdown ne ha pienamente mostrato i pregi: dalla telemedicina, allo smartworking e alla didattica a distanza”. In Calabria sono già connesse circa 80 mila unità immobiliari.
    “Questo progetto ha notevolmente contribuito a ridurre il divario digitale della Calabria con il resto d’Italia, ma è stato nello stesso tempo un grande investimento economico per la regione – ha sostenuto il Regional Manager per la Calabria, Gianfranco Guerrera – Collegheremo entro il 2021, circa 238 piccoli comuni (27 risultano collegati), e in due, S.Maria del Cedro (Cosenza) e Bianco (Reggio Calabria) sono già nella possibilità di commercializzare il servizio”.