Spettacoli dal 7 al 10 luglio e un’anteprima il 6 e 13 giugno

21 MAG, LAMEZIA TERME – Nata dal basso come rassegna itinerante, con una proposta artistica di livello nazionale e con una particolare attenzione agli artisti calabresi, Matrioska oggi diventa Festival. Quattro giorni di spettacoli, dal 7 al 10 luglio a Lamezia Terme e un’anteprima dedicata, rispettivamente il 6 e il 13 giugno, pensata per avvicinare il pubblico al teatro.

Un evento ideato e diretto da Mammut Teatro realizzato con il sostegno della Regione e con il patrocinio del Comune di Lamezia Terme. “Come compagnia – afferma il direttore artistico, Gianluca Vetromilo – il nostro intento è sempre stato quello di avvicinare al teatro le nuove generazioni. Oggi questo diventa possibile grazie ad un cartellone unico che vanta spettacoli di richiamo internazionale e uno staff di giovani professionisti e diversi studenti volontari”.
    “Abbiamo sempre proposto spettacoli in luoghi non convenzionali – aggiunge Armando Canzoniere, direttore organizzativo – che possano valorizzare gli spazi simbolo delle città e al tempo stesso promuoverne linguaggi artistici diversi, in grado di tradurre e decodificare il presente”.
    Il Festival animerà corso Numistrano: il 6 giugno al Café Retró, partner dell’evento, Daniele Parisi, protagonista del film “L’Ospite” su Netflix, presenta “La vita non è una beffa”; il 13 giugno al Café Retró, Claudio Morici di Propaganda live su La7 con “Fenomenologia dei rapporti di coppia considerati nel periodo storico degli ultimi 10 minuti in Italia”. Il cartellone si apre il 7 luglio al Lido La Marinella, con il pluripremiato lavoro di Saverio Tavano “Scenari Visibili” che vanta oltre 60 repliche in Italia, “Patres”, con Dario Natale e Gianluca Vetromilo. L’8 luglio al Civico Trame “Pizzo, canti di denuncia”, il progetto/spettacolo di Riccardo Lanzarone. Venerdì 9 luglio al Teatro “Francesco Costabile” dallo Stretto il Clan degli Attori presenta “Il Rasoio di Occam” di Giusi Arimatea e Giovanni Maria Currò con Mauro Failla, Tino Calabrò e Alessio Bonaffini. Chiude il 10 luglio al “Costabile” Roberto Latini con “Amleto + Die Fortinbrasmaschine”.
    Tra gli eventi, la mostra itinerante tra i luoghi del festival “Pick and Mix” di Valeria Weerasinghe, illustratrice italo-srilankese.