COMUNICATO STAMPA

Il Segretario Federale IDM Orlandino Greco ha provveduto a nominare, in seguito al Consiglio Federale dei giorni scorsi, Antonio Lento nella Segreteria federale del Movimento, con la specifica delega di responsabile del dipartimento lavoro. Il neoeletto avrà ampio mandato di dirigere un dipartimento di primaria importanza, proprio perché si avverte forte la necessità di mettere in campo politiche che, soprattutto per il Mezzogiorno, inneschino processi di sviluppo e di aumento occupazionale. Antonio Lento è una personalità molto nota negli ambienti politici e sindacali calabresi, impegnato da sempre nel sociale, ha fatto parte del Direttivo Provinciale dell’ARCI della Provincia di Cosenza e Presidente di Circolo per più di un decennio negli anni 80 e 90. Sindacalista di lungo corso da oltre 25 anni ha collaborato e rivestito ruoli di segreteria in più categorie Sindacali, fino a rivestire la carica di Segretario Generale della UIL di Cosenza dal 2011 al 2016. Ha fondato l’ADOC (Associazione Difesa ed Orientamento dei Consumatori) per la provincia di Cosenza, ricoprendone la carica di Presidente Provinciale per circa un quinquennio. Negli anni 80 e 90 ha maturato anche una esperienza di amministratore Comunale come Assessore al Bilancio e Lavori Pubblici nel Comune di Zumpano, oltre a tante esperienze nella Formazione scuola/lavoro e degli Enti Bilaterali. Dal 2016 ricopre la carica di Segretario Regionale del Sindacato SNALV Confsal Calabria, di cui è componente nel Consiglio Nazionale e in questa veste ha più volte rappresentato la Confederazione in incontri istituzionali in Calabria, ricoprendo anche l’incarico di componente del Consiglio Nazionale della stessa Confederazione (Prima Confederazione Nazionale dei Sindacati Autonomi e quarta Confederazione Nazionale dopo CGIL, CISL e UIL).

 “Ci sono argomenti che meritano più attenzione di altri, quello del welfare rimane un nodo cruciale ed è uno dei punti salienti del programma politico di IDM, ecco perché siamo certi – ha dichiarato il Segretario Federale di IDM Orlandino Greco – che Antonio Lento per le sue riconosciute e consolidate qualità politiche e sindacali, saprà offrire un significativo contributo sia nell’elaborazione della proposta politica sia nell’azione che Italia del Meridione ha già tempo messo in campo e che si arricchisce ogni giorno di contenuti e idee che giungono dai territori e da chi li rappresenta. A partire dalle prossime e imminenti elezioni regionali il Movimento sarà presente con una propria lista, in virtù proprio della consapevolezza del proprio radicamento territoriale e della capacità di parlare il linguaggio delle idee ma anche dell’azione e della risoluzione”.

Da parte sua Lento ha dichiarato: “Non si vuole parlare solo di Sud, non si vuole dividere l’Italia ma non si può far finta che non esiste una Italia del Meridione. Sanità, strade, treni, porti, turismo e cultura meritano molto di più di quel 40%. Dopo 160 anni di questione meridionale non è certo così che si colmano i divari e come oggi l’Europa ci chiede. Quei divari che hanno da sempre messo in discussione il futuro dei nostri giovani che passa soprattutto attraverso il lavoro. Solo impiegando risorse e competenze si può arrestare l’emorragia in atto evitando che la nostra più grande risorsa, cioè quella umana e delle nuove generazioni, abbandonino l’Italia meridionale”.