“Auspico che la vicenda che riguarda il vice sindaco e assessore ai lavori pubblici del comune di San Marco Argentano, Giulio Serra, si risolva con un esito positivo, ma rimanere sordi alle richieste dell’opposizione non è buona prassi”.

È quanto dichiara il capogruppo di ‘’Insieme per San Marco’’, Luca Belmonte alla luce del mancato inserimento di un punto all’ordine del giorno, da lui richiesto, nel prossimo civico consesso che si terrà il 3 giugno prossimo in città. Belmonte, in una missiva inviata al primo cittadino, Virginia Mariotti, chiedeva di discutere in assise, riguardo la notizia della condanna in appello per danno erariale a carico dell’assessore Serra, al fine di conoscere, con esattezza, i termini della vicenda giudiziaria in questione e i suoi possibili esiti.

“Interpellato il Presidente del consiglio comunale dopo la riunione dei capigruppo – afferma Belmonte – lo stesso mi ha riferito di non sapere nulla  della missiva da me inviata al sindaco per chiedere di inserire all’Odg la discussione sulla vicenda che ha coinvolto il suo vice. Non capisco perché la maggioranza non abbia ritenuto opportuno verificare la posizione di ciascun consigliere rispetto fatti che pongono l’intera amministrazione e l’ente al centro di un’attenzione mediatica quantomeno incresciosa – continua Luca Belmonte -. Avevo chiesto che l’assessore Serra riferisse in aula sulla vicenda giudiziaria che lo riguarda per chiarire ogni aspetto e rendere un servizio di verità verso la cittadinanza, ma non sono stato ascoltato.

Lo ripeto – dice Belmonte – sono un garantista per estrazione culturale e non condanno alcuno, ma la situazione che si è venuta a creare deve essere resa nota in maniera trasparente. Andrò avanti per la mia strada, nella consapevolezza di essere nel giusto. Il senso della politica è alto e nobile. Le persone che ci hanno onorato della loro fiducia devono avere tutto il nostro rispetto. Ciò lo si raggiunge solo onorando il mandato che ci hanno accordato e lavorando sempre a testa alta per la comunità”.