15 LUG, CETRARO – Rissa in piazzetta della Solidarietà alla Marina. Ad averne la peggio farne le spese un commerciante ambulante e la moglie, rimasti feriti dopo che sarebbero stati aggrediti da due giovani extracomunitari in stato di alterazione dovuto all’abuso di bevande alcoliche.

A quell’ora dopo cena c’erano tante persone nella piazza della Marina, di tutte le età, giovani, ragazzi e tanti bambini che si divertivano sulla giostra sita in prossimità del furgoncino. All’improvviso due giovani extracomunitari, in evidente stato di alterazione, probabilmente dovuta al troppo alcol ingerito, avrebbero cominciato molestare alcune ragazzine che erano in piazza. Il commerciante, notato quanto accadendo, sarebbe subito intervenuto invitando i due giovani a lasciare in pace le ragazzine e ad allontanarsi. Per tutta risposta, invece, i due – che a quanto si è appreso sarebbero ospiti di una struttura del posto per rifugiati – avrebbero aggredito l’uomo, colpendolo con bottiglie di vetro rotte. In pochi minuti si è scatenato il putiferio ed un fuggi fuggi generale, soprattutto da parte di genitori i quali hanno subito cercato di allontanarsi con i loro bambini, molti dei quali in lacrime, terrorizzati per quanto stava accadendo.

Sul posto, che si trova proprio a due passi della locale caserma, sono intervenuti i Carabinieri che hanno fermato i due giovani. Le indagini sono in corso per ricostruire con esattezza i fatti. L’uomo nel cercare di difendersi dai due presunti aggressori sarebbe rimasto ferito alla testa. Sul posto sono giunte due ambulanze del 118 di Cetraro che hanno portato il commerciante al pronto soccorso ed anche la consorte. Le loro condizioni, fortunatamente, non destano preoccupazioni.

Sul grave episodio è intervenuto con fermezza il sindaco della cittadina tirrenica Ermanno Cennamo: «Il fatto increscioso verificatosi l’altro ieri sera sul lungomare necessità di un corale approfondimento – dichiara il primo cittadino – ho sentito telefonicamente il responsabile della struttura che ospita i richiedenti asilo e le ho chiesto di prendere i dovuti provvedimenti per l’eventuale allontanamento degli ospiti». Inoltre, «ho contattato il neo comandante dei carabinieri della stazione di Cetraro per chiedere maggiori controlli, soprattutto nelle ore serali e nei luoghi maggiormente frequentati. Intanto – conclude il sindaco – ho convocato una riunione di maggioranza per discutere e porre in atto i necessari provvedimenti che la situazione dell’ordine pubblico richiede».