Occultata tra la fitta vegetazione, la piantagione è stata scovata nel reggino in un terreno particolarmente impervio a circa 350 metri

24 LUG, GROTTERIA (RC) – Nell’ambito di servizi finalizzati alla repressione dei reati in materia di stupefacenti, i carabinieri, coadiuvati dai militari Squadrone Eliportato Cacciatori di Calabria, hanno rinvenuto nel territorio afferente al comune di Grotteria, nel reggino, una piantagione di canapa indiana costituita da circa 740 piante di specie “nana”, di altezza compresa tra i 40 e gli 80 cm in pieno stato vegetativo. La coltivazione, ben occultata tra la fitta vegetazione, è stata scovata in località Ricciardo, in un terreno particolarmente impervio a circa 350 metri e la cui irrigazione era garantita mediante un sistema d’irrigazione cosiddetto a goccia. La piantagione che è stata estirpata e distrutta in loco su disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Locri avrebbe portato alla criminalità guadagni per decine di miglia di euro.