Le misure del sindaco Cascini: chiusura locali entro le 3.30, stop all’asporto e alla somministrazione di alcolici dall’1.30 e la musica si spegne alle 2.00

27 LUG, BELVEDERE MARITTIMO (CS) – Nei giorni scorsi il primo cittadino di Belvedere Marittimo aveva chiesto misure chiare e uniche per tutta l’area costiera dell’alto tirreno ed un incontro con il Prefetto. Intanto Vincenzo Cascini ha firmato un’ordinanza contingibile e urgente, la n. 292, per regolarizzare la movida notturna nel proprio Comune e limitare situazioni pericolose di assembramento dei giovani ritenute portatrici di facile diffusione del contagio ma anche per evitare episodi di violenza come i fatti accaduti di recente sul lungomare di Belvedere.

L’ordinanza rimarrà in vigore fino al 12 settembre prossimo e prevede che tutte le attività economiche, produttive, ricreative e pertanto di ristorazione, bar e attività turistiche all’aperto e al chiuso, dovranno cessare per le ore 3.30. Ancora, le attività d’intrattenimento musicale con l’utilizzo di impianti acustici all’aperto, in particolare sul lungomare e in piazzetta Grossi, dovranno cessare per le ore 2.00 mentre nei locali fuori dalle aree urbane per le 3.30. Sarà inoltre vietata la somministrazione e vendita da asporto di alcolici e/o superalcolici entro l’1.30.

Tra le misure previste nell’ordinanza la possibilità di prolungare l’orario ma solo previa autorizzazione del sindaco, solo in casi eccezionali e per non più di 4 volte complessive fino al 12 settembre. In occasione di eventi che possano far prevedere assembramenti i gestori e i legali rappresentanti delle attività dovranno dotarsi di un servizio di vigilanza interno finalizzato al rispetto delle norme anti-covid.