Controlli dei Carabinieri nel vibonese

29 LUG, VIBO VALENTIA – In piena estate, quando c’è il più alto numeri di turisti nella nostra regione, il rischio che le condotte idriche di acqua destinata al consumo umano restino “all’asciutto” è molto elevato. Dato che la situazione è già a limite in condizioni normali, vista la carenza idrica sofferta dai cittadini di alcuni settori urbani, i carabinieri hanno avviato una campagna di controllo sulla lecita distribuzione di un bene così fondamentale come l’acqua.


    In quest’ottica, nell’ambito di operazioni coordinate direttamente dal procuratore Camillo Falvo, compresa quella del monitoraggio dei reati ambientali in materia di smaltimento delle acque reflue, i carabinieri della Stazione di Vazzano, durante dei controlli a Pizzoni, hanno accertato che alcuni “furbetti”, attraverso una linea di tubature e valvole realizzata sulla condotta di derivazione della rete pubblica, hanno aggirato i contatori delle proprie abitazioni mediante un by-pass per rifornirsi di acqua in modo fraudolento. Inoltre hanno utilizzato l’acqua pubblica anche per usi esterni all’abitazione. I carabinieri li hanno denunciati per furto aggravato.