31 LUG, CATANZARO – Il presidente della Regione, Nino Spirlì, in qualità di commissario straordinario per la Mitigazione del rischio idrogeologico in Calabria, comunica che ieri sono stati autorizzati, con apposito decreto a firma del soggetto attuatore, Pasquale Gidaro, il progetto esecutivo dell’intervento e l’avvio delle procedure di gara del Comune di Cerisano. Gli interventi, per un importo di 359.525,00 euro, sono stati finanziati a valere sulle risorse stanziate dal Patto per lo Sviluppo della Regione Calabria (delibera Cipe n.26/2016 “Fsc 2014-2020: Piano per il Mezzogiorno” – Dgr 355/2017- Dgr 3/2018); Le opere in progetto del Comune di Cerisano consentono il completamento di interventi di mitigazione già eseguiti con altro finanziamento e, in particolare, riguardano la messa in sicurezza del territorio comunale attraverso opere strutturali e sistemi drenanti. Nello specifico, si tratta di cinque gruppi di interventi che spaziano dalla mitigazione del rischio di frana, mediante la realizzazione di trincee drenanti sul versante controripa, canalizzazione delle acque drenate e allontanamento di quelle superficiali ai fossi naturali, lavori di splateamento, ricarico del fondo con materiale inerte, lavorazioni finalizzate, alla protezione e al controllo dall’erosione in alveo a monte e a valle di attraversamenti, sostituzione delle attuali condotte di attraversamento con un tombino scatolare in calcestruzzo armato, avente sezione netta capace di smaltire la portata di progetto, calcolata con un tempo di ritorno duecentennale, ripristino dell’officiosità idraulica di fossi e canali irrigui esistenti.