Tre ricoveri in più in reparti cura con tasso al 5,58%

09 AGO, CATANZARO – Sono 92 i casi positivi, ieri erano 104, riscontrati nelle ultime 24 ore in Calabria con 1.649 tamponi eseguiti e un tasso di positività del 5,58%. Due le persone decedute, una in provincia di Catanzaro e l’altra in quella di Cosenza che portano il totale delle vittime a 1.268.

Aumentano di tre unità i ricoverati nei reparti di cura, 87 mentre si mantiene stazionario il dato delle terapie intensive, 4. In isolamento ci sono 50 soggetti in più mentre gli attualmente positivi risultano 53 (2.873). Trentasette sono i guariti (68.114).
    In Calabria, ad oggi – secondo i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid 19, forniti dai Dipartimenti di prevenzione delle Aziende sanitarie provinciali della Regione – il totale dei tamponi eseguiti è pari a 1.014.912. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 72.255.
    Territorialmente, dall’inizio dell’epidemia, i casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: Casi attivi 216 (6 in reparto, 0 in terapia intensiva, 210 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 10327 (10181 guariti, 146 deceduti); – Cosenza: CASI ATTIVI 941 (33 in reparto, 1 in terapia intensiva, 907 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 23018 (22438 guariti, 580 deceduti); Crotone: Casi attivi 257 (7 in reparto, 0 in terapia intensiva, 250 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 6679 (6577 guariti, 102 deceduti); Reggio Calabria: Casi attivi 1030 (30 in reparto, 2 in terapia intensiva, 998 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 23316 (22971 guariti, 345 deceduti); Vibo Valentia: Casi attivi 110 (4 in reparto, 0 in terapia intensiva, 106 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 5608 (5516 guariti, 92 deceduti).
    L’Asp di Crotone comunica 18 nuovi positivi di cui due migranti.
    Sottratto un positivo noto perché doppio a causa di un errore della data di nascita. Due positivi di sabato spostati e inseriti nel setting fuori regione. L’Asp di Cosenza fa sapere che oggi vengono aggiunti 24 casi a domicilio fuori regione, di cui 1 nuovo, 22 precedentemente attribuiti in Regione e uno dimesso di ieri a domicilio.