Leggero calo in rianimazione. Tre vittime e tasso positività 6,10%

18 AGO, CATANZARO – Crescono i ricoveri da Covid 19 in area medica in Calabria mentre si registra un lieve calo nelle terapie intensive. L’aumento delle ultime 24 ore (+9) porta i ricoverati a 119 e ad alzare il tasso di occupazione dei posti letto in reparto che già si attestava al 14%, appena un punto sotto la soglia del 15%, uno dei nuovi parametri per il passaggio in zona gialla.

In terapia intensiva, invece, il numero dei ricoverati è 10 (-1) con un tasso di occupazione che, a ieri, l’Agenas indicava nel 7%, 3 punti sotto la soglia di rischio.
    In crescita anche i contagi (+279) ma a fronte di un aumento dei tamponi fatti, passati dai 3.254 di ieri ai 4.571 di oggi. Il tasso di positività scende così, lievemente, dal 6,18 al 6,10%.
    Tre le vittime nelle ultime 24 ore – due in provincia di Cosenza ed una in quella di Reggio Calabria – che portano il totale dei decessi a 1.282. I casi attivi sono 3.485 (+83), gli isolati a domicilio 3.356 (+75) mentre i nuovi guariti 193. Ad oggi, sono stati fatti 1.042.828 tamponi, con 74.279 positivi.
    Territorialmente, da inizio pandemia, i casi positivi sono distribuiti a: Catanzaro: casi attivi 301 (18 in reparto, 2 in terapia intensiva, 281 in isolamento domiciliare); casi chiusi 10.463 (10.316 guariti, 147 deceduti); Cosenza: casi attivi 883 (38 in reparto, 4 in terapia intensiva, 841 in isolamento domiciliare); casi chiusi 23.564 (22.975 guariti, 589 deceduti); Crotone: casi attivi 283 (5 in reparto, 0 in terapia intensiva, 278 in isolamento domiciliare); casi chiusi 6.802 (6.700 guariti, 102 deceduti); Reggio Calabria: casi attivi 1.525 (46 in reparto, 2 in terapia intensiva, 1.477 in isolamento domiciliare); casi chiusi 23.764 (23.416 guariti, 348 deceduti); Vibo Valentia: casi attivi 223 (6 in reparto, 2 in terapia intensiva, 215 in isolamento domiciliare); casi chiusi 5.643 (5.551 guariti, 92 deceduti).