Mi duole prendere atto che, a causa di evidenti personalismi e della irrevocabilità manifesta di decisioni unilaterali e precostituite rispetto ad ogni confronto, non viene a manifestarsi una pur possibile unificazione delle liste di centro-sinistra – scrive in una nota Bianca Rende, candidata a sindaca di Cosenza.

In questo quadro, ancor più sento la responsabilità di confermare la mia candidatura a Sindaca di una coalizione civica, libera, aperta, plurale e per queste ragioni, dal mio punto di vista, autenticamente di centro-sinistra e vicina al sentire della nostra comunità. L’idea di politiche per la città, che condividiamo con le forze che hanno già aderito al nostro progetto – continua – si sostanzia in un sistematico processo di ascolto e condivisione delle scelte e delle soluzioni amministrative: ascolto e condivisione a partire da una conoscenza e competenza dei problemi e da una etica rappresentazione e soddisfazione degli interessi collettivi. A partire dal nostro programma che proprio in queste caratteristiche svilupperà il suo essere autenticamente inclusivo, partecipativo, democratico.

Questa responsabilità – conclude Bianca Rende –  mi spinge a rivolgere un invito alle forze realmente riformiste e un saluto augurale di  buona scelta alla società civile cosentina e alla sua cultura progressista e pluralistica, alle cattoliche e ai cattolici, alle socialiste e ai socialisti, a quante e quanti finora esclusi dalla partecipazione alla vita delle istituzioni repubblicane, vogliono riavere voce e rappresentanza. Il futuro di Cosenza è a un bivio. Il loro apporto determinerà la via migliore da seguire.

                                                                                                                      M.M. 30-08-2021