01 SET, COSENZA – L’on. Boccia si contraddice quando afferma che una coalizione unita di centro-sinistra vincerebbe al primo turno, nonostante le plurime candidature su entrambi i fronti, mentre la stessa coalizione non potrebbe che essere sconfitta al ballottaggio.  Ciò per il veto a coalizzarsi con chi oggi, sullo stesso fronte, si propone in alternativa. Lo scrive in una nota Bianca Rende, candidata a sindaca di Cosenza.

È insomma la solita logica del dispetto e della lesa maestà – continua –  che ostacola un successo a portata di mano. Fortunatamente per Costituzione il voto è “libero e segreto” e gli elettori cosentini ragionano con la loro testa per evitare il peggio.

Per i partiti, che oggi sono ingessati e poco o nulla permeabili alla realtà sociale e politica che li circonda ed in cui operano, il civismo è chiaramente una opportunità unica per riuscire ad intercettare quei consensi che gli elettori, delusi dalla loro azione spesso confusa e poco coerente, da tempo fanno loro mancare. È triste – conclude –  constatare che nonostante queste evidenze, e le esperienze già consumate in altri contesti regionali e nazionali, le logiche d’apparato continuino a imporre la loro linea. Cosenza saprà essere differente!

                                                                                                                      M.M. 01-09-2021