Il Comune beneficerà di 4600€ utili ad implementare il patrimonio librario e chiede ai cittadini di scegliere insieme che libri selezionare.

09 SET, SARACENA – C’è un libro che non dovrebbe mai mancare in una biblioteca? E’ la domanda che il comune di Saracena ha rivolto ai cittadini, attraverso una campagna social, per chiedere suggerimenti all’acquisto di nuovi volumi per la biblioteca comunale, beneficiaria di un contributo del Mibact per incrementare il già ricco patrimonio librario della biblioteca comunale. 

L’amministrazione guidata da Renzo Russo ha partecipato, anche quest’anno, all’avviso pubblico indetto dal Ministero per i beni e le attività culturali per l’accesso al fondo emergenze imprese e istituzioni culturali e si è vista assegnare un contributo di 4600€ che serviranno per l’acquisto di nuovi testi che andranno ad implementare sia la sezione bambini e ragazzi ma anche quella dedicata all’enologia. 

Cosi l’esecutivo ha deciso di rilanciare l’iniziativa “La biblioteca che piace a me” invitando cittadini e lettori, entro il 15 settembre, a proporre suggerimenti rispetto ai libri da acquistare per metterli a disposizione dei cittadini all’interno della biblioteca comunale. 

Inoltre l’amministrazione comunale ha approvato, nei giorni scorsi, nell’ultima seduta di giunta due progetti esecutivi che riguarderanno la messa in sicurezza dell’impianto sportivo (100mila€) e la scuola media (910mila€). Lavori che saranno affidati alle ditte esecutrici degli interventi per un importo totale di €1.010.000,00 entro la fine di settembre. Sempre sul versante scolastico, inoltre, nella prossima settimana si inaugurerà il nuovo plesso della Scuola Primaria, che dal 20 settembre ospiterà gli alunni per l’inizio dell’anno scolastico 2021/2022. 

«Stiamo lavorando – ha dichiarato il sindaco Renzo Russo – per far crescere il livello di sicurezza negli edifici pubblici e nelle strutture dedicate alla vita sociale e alla formazione. Ma allo stesso tempo investiamo non solo in opere ma anche in cultura accrescendo il patrimonio librario del nostro piccolo gioiello bibliotecario che sta diventando sempre più punto di riferimento per gli amanti della lettura, con spazi dedicati anche ai bambini. La nostra comunità cresce e si arricchisce di nuove strutture capaci di rispondere ai bisogni moderni dell’apprendimento e al bisogno di sicurezza ormai consolidato in ciascuno di noi».