VINCONO SCARAMUZZO, BAFFA E BUA

SINDACO SODDISFATTO: TRADIZIONE CHE SI RINNOVA

17 SET, VACCARIZZO ALBANESE – L’identità, la tradizione, l’investimento nella qualità, la rete, la valorizzazione delle migliori produzioni autentiche del territorio. Edizione dopo edizione restano, questi, gli ingredienti del successo del Concorso di Vini Arbëreshë, un appuntamento atteso e capace di creare comunità e sul quale vogliamo continuare ad investire per promuoverne lo sviluppo eco-sostenibile.  

????????????????????????

È quanto dichiara il Sindaco Antonio Pomillo esprimendo soddisfazione per il successo fatto registrare dalla tre giorni conclusasi lo scorso mercoledì 15.

Il Primo Cittadino coglie l’occasione per ringraziare in primis i protagonisti, i 40 produttori che hanno partecipato all’iniziativa; il direttore del Concorso Tommaso Caporale, la giuria (l’agronomo ed assaggiatore Mario Reda ed i membri della giuria, il maître sommelier dell’Amira – Associazione Maîtres Italiani Ristoranti ed Alberghi  sez. Cosenza-Sila Michele Giorno e Padre Elia Hagi) per aver assicurato competenza e qualità nella selezione degli oltre 60 campioni pervenuti ed i partner dell’evento, le associazioni Divinibus e Otto Torri sullo Jonio, Filiera Madeo e iGreco.  

Podio per 2/3 rosa. I vincitori della 16esima edizione del Concorso sono Rebecca Scaramuzzo di San Giorgio albanese che con un punteggio di 89 su 100 si è aggiudicata il primo posto; Stefania Baffa di Santa Sofia d’Epiro, al secondo con 87 punti su 100 e al terzo posto Salvatore Bua (82/100) di Vaccarizzo Albanese. La giuria ha assegnato la menzione speciale per Il rosso della tradizione ad Aldo Godino; per Il Rosato della tradizione a Pietro Godino e per Il Bianco della tradizione a Oreste Sisca. Per la categoria Bianco, infine, si è aggiudicato il primo posto Giorgio Vita di Vaccarizzo A; per il Rosato, Marco Scura. A consegnare le targhe e gli attestati di partecipazione è stato insieme al Sindaco l’assessore regionale all’agricoltura Gianluca Gallo.

Si pensa già alla prossima edizione. Il Concorso dei Vini Arbëreshe rientrerà dall’anno prossimo nel Concorso dei Vini Rosati del Mediterraneo. Ci sarà una sezione dedicata ai vignaioli emergenti e sarà aperta, oltre ai produttori dei paesi dell’Arberia della provincia di Cosenza, anche agli altri italiani e ai partecipanti dall’Albania e dall’est Europa. Tra le proposte emerse vi è anche quella di creare una sottosezione della doc Terre di Cosenza con i Vini Arbëreshë.  

Ha fatto da cornice al Concorso dei Vini Arbëreshë la seconda edizione di Calabria, identità, emozioni e bollicine, esperimento identitario dedicato alle bollicine Made in Calabria promosso dall’Amministrazione Comunale ed Otto Torri sullo Jonio organizzata in partnership con la prestigiosa azienda vitivinicola regionale iGreco. Come sottolineato da Lenin Montesanto, esperienze imprenditoriali come questa danno la possibilità alla Calabria delle bollicine di competere, attraverso la produzione del Metodo Classico, con la tradizione dello champagne. Valorizzare questo aspetto dall’entroterra rappresenta un valore aggiunto.