RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Nell’immaginario collettivo i cimiteri sono luoghi tetri e pregni di lacrime e dolore dove riposano i nostri cari.

E’ innegabile che varcare le porte di un cimitero susciti reazioni contrastanti nelle persone, il ricordo degli amici e dei familiari defunti si fa’ più forte e le emozioni si fanno più intense, ma ciò non significa però che il cimitero debba essere per forza di cose un luogo lugubre e desolante.

Il cimitero di Cosenza, ubicato a colle Mussano, nel corso degli anni è stato protagonista suo malgrado di una serie di eventi che non hanno fatto altro che acuire il senso di disagio che si percepisce anche solo nel nominarlo.

Bare accatastate per mesi nelle sale mortuarie con annesse esalazioni provenienti anche in alcuni casi dagli stessi loculi, difficoltà di raggiungere il cimitero a causa di una frana che da anni ormai blocca una delle strade di accesso..

Mussano è un colle circondato immerso nel verde che guarda da un lato i monti della Sila e dall’altro la città di Cosenza.

La scarsa urbanizzazione dell’area ha fatto si che si riuscisse a preservare in molte sue parti le proprie peculiarità naturalistiche, ed è per questo motivo è’ prevista l’adozione di “percorsi botanici” i quali avranno la doppia funzione di sfruttare la naturale propensione del luogo di ospitare una ricca biodiversità alle porte della città, e di rendere, per quanto possibile, meno amara la permanenza tra i viali in un attento e perfetto equilibrio tra il rispetto del dolore e il valore dei luoghi.

Il progetto #Cosenza2050 prevede inoltre la realizzazione di diverse “Case del commiato”, aree che offriranno alle famiglie dei defunti uno spazio dove svolgere la veglia funebre nel pieno rispetto della privacy di ognuno.

Sarà cura poi della nostra amministrazione accogliere le istanze di tutti quei cittadini che desiderano essere cremati presentando alle autorità competenti in materia la richiesta di realizzazione di un forno crematorio di ultima generazione di proprietà comunale, che rispettando i vincoli ambientali e di emissioni di odori e fumi nocivi consentirà inoltre un notevole risparmio in termini di erosione del suolo grazie alla mancata realizzazione di nuovi loculi.

In ultimo vorrei porre l’accento sulla volontà di  creare un piccolo spazio all’interno di un parco pubblico cittadino che assumerà il nome di “Giardino degli Angeli”.

Questa sarà una zona in cui chiunque lo vorrà potrà apporre un fiore per onorare quei bambini che per motivi diversi non sono mai nati.

#Cosenza2050 è un progetto di civiltà

Pietro Francesco Spadafora – Candidato nella lista PSI a sostegno di FRANZ CARUSO sindaco – Elezioni comunali di Cosenza 2021