Costretto a subire offese, minacce e ad andare via di casa

28 SET, CATANZARO – Non avrebbe permesso al marito di dormire nel letto coniugale obbligandolo a riposare su un divano e in estate, malgrado il caldo torrido, gli ha anche impedito di utilizzare il climatizzatore. Una donna di 62 anni è stata arrestata e posta ai domiciliari dai carabinieri a Catanzaro per maltrattamenti in famiglia.

A denunciare le vessazioni subite da anni è stato l’uomo al culmine dell’esasperazione dopo anni di offese, minacce continue e anche violenze psicologiche che lo hanno costretto a lasciare l’abitazione.
    Gli accertamenti effettuati dai militari a seguito della denuncia della vittima hanno portato alla luce i maltrattamenti subiti consentendo all’autorità giudiziaria di emettere un primo provvedimento cautelare.
    Così la Procura ha dapprima ottenuto la misura del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dal marito a cui la donna è stata sottoposta con la prescrizione di lasciare l’abitazione coniugale affinché il consorte potesse rientrarvi in serenità.
    La 62enne, però, si è rifiutata non solo di andar via dall’abitazione, ma anche di farvi rientrare il marito. A questo punto i carabinieri hanno chiesto e ottenuto l’aggravamento della misura con la detenzione domiciliare della donna in un’altra abitazione.