OBIETTIVO 15 MILIONI ENTRO FINE MANDATO

TRASPARENZA, RENDICONTO PUBBLICO DEL SINDACO

13 OTT, CALOVETO – Ammonta a circa 4,5 milioni di euro il totale
dei finanziamenti, richiesti e già ottenuti per le opere (alcune già completate ed altre in
corso di realizzazione) nei primi 2 anni e mezzo dall’attuale Amministrazione Comunale e
che sono destinate a raggiungere la quota dei 15 milioni di euro fino alla fine del mandato.
– Tutela dell’ambiente, servizi e miglioramento della qualità della vita. Il metodo seguito
era e resta quello della trasparenza e della condivisione costante dei risultati che sono
sotto gli occhi di tutti.
Sono, questi, i numero snocciolati dal Sindaco Umberto Mazza in occasione della
partecipatissima assemblea pubblica tenutasi nei giorni scorsi per presentare alla comunità
i risultati di questi primi 28 mesi di mandato; tra gli altri, la prossima pubblicazione del
bando di gara per la Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) nel territorio comunale.
Potrebbe essere pubblicato già nei prossimi giorni – ha annunciato il Primo Cittadino. È un
risultato, questo, per il quale non abbiamo mai lasciato la presa, nella consapevolezza che
la riapertura della struttura rappresentava e rappresenta un’opportunità per l’intero
territorio.
Ospitata nella sala polifunzionale di Piazza dei Caduti, all’incontro al quale hanno preso
parte gli assessori ed i consiglieri comunali, insieme al Primo Cittadino, è intervenuto
anche il vicesindaco Gianfranco Salatino per fare il punto sugli obiettivi raggiunti
nell’ambito dei servizi sociali e soprattutto alla luce della pandemia.
Dal rifacimento di piazza dei Caduti, ai progetti di efficientamento dell’illuminazione
pubblica nel centro urbano e nelle contrade, dall’installazione dell’hot spot wi-fi alla
colonnina per auto elettriche, dal riefficientamento della rete idrica alla messa in sicurezza
della strada di contrada S.Maria di collegamento con il depuratore e l’isola ecologica,
passando dalla riqualificazione del cimitero, fino al miglioramento della fruibilità degli spazi
verdi per le famiglie, alla formazione dei volontari per l’utilizzo dei dispositivi salvavita e
ancora, stabilizzazione degli ex lsu-lpu e raggiungimento del 70% nella raccolta
differenziata. Per citarne alcuni.
Sono tutti obiettivi importanti, questi – ha detto il Sindaco – che, grazie alla capacità
progettuale, al lavoro degli uffici e all’attenzione investita nell’individuare fondi
extrabilancio, consentono ad un piccolo centro dell’entro terra come il nostro di essere
sullo stesso piano delle grandi città. Caloveto – ha concluso Mazza – continua ad essere
un cantiere a cielo aperto.