SOLIDARIETÀ E COOPERAZIONE, BIOSMURRA CASO NAZIONALE

LA SFIDA: VENDERE PRODOTTI A PREZZI EQUI È POSSIBILE

13 OTT, CORIGLIANO-ROSSANO – La forza della rete per promuovere
un’agricoltura sostenibile e rispettosa della terra e delle persone che vi lavorano, lavoro etico e
consumatori consapevoli. Sull’impegno consolidato dell’azienda di Corigliano – Rossano Biosmurra
continuano a mantenersi accessi i riflettori dei media nazionali. Per Alessandro Gassman, Cristiana
e Marina Smurra sono #greenheroes, il progetto lanciato dall’Attore, con il supporto scientifico di
Kyoto Club, per condividere e raccontare le esperienze virtuose e l’esempio degli eroi verdi.
Una spremuta di agricoltura pulitissima. Le sorelle Smurra hanno messo in piedi in Calabria un
vero network di realtà tanto bio quanto etiche. – È, questo, il titolo del servizio pubblicato nel
numero dello scorso 8 ottobre sull’inserto Venerdì di Repubblica.
Questa – si legge nel pezzo di pagina 57 – è una storia di solidarietà e cooperazione ambientata in
una terra difficile, la Calabria. Le nostre protagoniste sono le sorelle Marina e Cristiana Smurra,
cittadine di Corigliano-Rossano, nella Piana di Sibari, una delle aree agrumicole tra le più vocate
del Sud Italia.
Diciotto anni fa le due giovani donne ereditarono dal padre un agrumeto di clementine primizie di
5 ettari, poi ampliatosi a 9, che nel corso del tempo fu convertito da una produzione integrata ad
una biologica. Nel 2011 Cristiana e Marina fondarono una vera e propria Azienda agricola, la
Biosmurra, con l’obiettivo di diffondere un’idea di agricoltura e di alimentazione rispettose della
Terra e degli uomini. Il fiore all’occhiello di Biosmurra sono i trasformati artigianali di primissima
qualità, tra cui spicca il Succo di Clementine 100 per cento frutta. Le due sorelle iniziarono fin da
subito a costruire un vero e proprio network di realtà aziendali etiche e bio, che ha permesso negli
anni di fare politica valorizzando il territorio e le produzioni locali e che ha dato avvio a vari
progetti. Uno di questi è la rete Semplicemente noi, di cui BioSmurra è capofila e che raggruppa 6
aziende, con lo scopo di promuovere un’agricoltura sostenibile e vendere prodotti di qualità a
prezzi equi.