Si parte con lo Spazio laboratorio di pensiero. Una serie di incontri fra gli studenti e gli studiosi di filosofia. Il primo incontro, si è tenuto questa mattina, alle ore 09:30, presso la Sala Quintieri del Teatro Rendano di Cosenza con il professor Renzo Mulato sul tema “La parola negata. Il linguaggio come dimora dell’essere”. La lectio, sarà preceduta dai saluti del sindaco di Figline Vegliaturo, Fedele Adamo, e della delegata alla cultura, Alba Carbone.

“Solitudine, comunicazione, esistenza. La parola che manca” è il tema del meeting che si terrà domani, sabato 23 ottobre, sempre al Teatro Rendano, alle ore 09:30, con professor, Nicola Magliulo. Domenica 24 ottobre, invece, l’appuntamento è alle ore 16:30 nella sala consiliare del comune di Figline Vegliaturo dove si terrà il Premio ‘’Diàlogos 2021’’. Nell’ambito dell’evento, il professor Pietro Bria terrà una lectio magistralis sul tema “Dal logos al pathos. La musica come linguaggio degli affetti”. I docenti dialogheranno con il dottor Gaetano Marchese.

La seconda parte del festival, quella dedicata all’arte, si terrà a partire dal 12 novembre. Alle ore 21:00, al Centro Pisl di Piano Lago è in programma il concerto di Valentina Balistreri con musiche da Sud e alla chitarra Massimo Garritano. Il 13 novembre, sempre al Centro Pisl, a partire dalle ore 21:00, in scena il trittico che Libero Teatro dedica a Pirandello con ‘’L’uomo dal fiore in bocca’’, ‘’La Giara’’ e ‘’La Patente’’ con Graziella Spadafora diretta da Max Mazzotta.

Terzo e ultimo spettacolo sarà quello di Sasà Calabrese, Dario De Luca e Daniele Moraca dal titolo ‘’Aspettiamo senza avere paura domani’’ che si terrà il 14 novembre al Centro Pisl di Piano Lago.

Il festival, chiuderà i battenti il 16 dicembre nella Sala consiliare del Comune di Figline Vegliaturo con la premiazione degli elaborati degli studenti. Nella stessa giornata, verrà inaugurata la mostra di pittura ‘’Da tanto rovinoso mare poco suono giunge’’, collettiva di artisti italiani e stranieri con opere di  A. Yoemir (Cuba), Z. Rodin Sotologno (Cuba), A.Garcia (Cuba), N. Stoyanov (Bulgaria), W. Kopczinski (Polonia), D. Bruno(Italia), A. Granata (CS), S. Lo Celso (Italia), F. Magli detto Francomà (Italia), F. Iozzi (Italia).

“Siamo lieti di ospitare il primo festival della filosofia e dell’arte – ha affermato il sindaco di Figline Vegliaturo, Fedele Adamo – . Ci fa piacere ospitare il pensiero odierno e stimolare cittadini e studenti alla riflessione personale e collettiva. Questo è solo il primo passo di un cammino molto lungo”.

Secondo il direttore artistico, Vera Segreti, è iniziata “questa nuova e bella avventura che ci permette di arrivare alle persone con la filosofia e l’arte. Siamo molto contenti di iniziare da Figline dove il tessuto sociale è vivo e favorisce l’interazione fra i temi che propone la prima edizione di Diàlogos. Lavoreremo con i nostri ragazzi, con i nostri studenti che saranno protagonisti del festival con i loro elaborati”.