Presso il Santuario di San Francesco a Paola, a partire dalle ore 11:00, si terrà la conferenza stampa con i saluti di Padre Francesco Trebisonda, Correttore Provinciale dell’Ordine dei minimi. All’evento, prenderanno parte  il sindaco di Diamante, Ernesto Magorno,  e il presidente del Comitato Diamante 2024, Eugenio Gaudio.   Invierà un saluto Liliana Segre, presidente onoraria di Diamante 2024.  Presenti il governatore della Calabria, Roberto Occhiuto, il presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci, il presidente di Anci Calabria, Marcello Manna, il presidente del Parco nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, Il sindaco di Paola, Roberto Perrotta; i primi cittadini, le scuole e i partner che hanno contribuito al progetto.  

Sarà Lucia Serino a raccontare il dossier “Diamante 2024. La Storia ha un futuro brillante”. Ieri, il Ministero della Cultura ha comunicato che sono 23, tra cui Diamante, le città che hanno presentato il dossier di candidatura comprensivo di titolo, progetto culturale, organo responsabile del progetto, valutazione di sostenibilità economico-finanziaria e obiettivi perseguiti. “Le candidature – si legge nella nota del MiC – saranno valutate da una commissione, composta da 7 esperti del mondo della cultura, delle arti, della valorizzazione territoriale e turistica, che sarà istituita a breve con decreto del Ministro”. Entro il 18 gennaio 2022, la commissione esaminerà le candidature e selezionerà i 10 progetti finalisti che saranno invitati a delle audizioni pubbliche che si svolgeranno presso la sede del Ministero della cultura entro il 1° marzo 2022. Entro il 15 marzo 2022, la commissione proporrà al Ministro della cultura la candidatura ritenuta più idonea a essere insignita del titolo di Capitale italiana della cultura per l’anno 2024.  “La nostra è una sfida ambiziosa che lanciamo a nome di un intero territorio – dice il Sindaco di Diamante Ernesto Magorno – e proprio per questo parte dal Santuario di San Francesco a Paola, luogo straordinariamente rappresentativo e caro a tutti i calabresi. A nome della Città di Diamante – continua Magorno – voglio rivolgere il mio ‘in bocca al lupo’ a tutte le altre 22 Città che come noi puntano a ottenere il titolo di capitale della Cultura 2024”.