Trasportava 5,7 chili di cocaina e 5.200 euro in contanti in auto ma è stata scoperta dai finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria che l’hanno arrestata per traffico di sostanze stupefacenti.

L’arresto della donna, di 32 anni, di Bovalino, è avvenuto alcuni giorni fa agli imbarcaderi di Villa San Giovanni per traghettare verso la Sicilia nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei traffici illeciti.

Con l’ausilio dei cani antidroga, i finanzieri hanno fermato per un normale controllo la donna che viaggiava a bordo del proprio crossover-suv ed era diretta in Sicilia. La 32enne, incensurata, ha fornito risposte contraddittorie sul motivo del traghettamento e poi ha mostrato segni di nervosismo. L’auto è stata quindi perquisita con l’ausilio delle unità cinofile della Compagnia Pronto Impiego ed è così che i finanzieri hanno scoperto un doppiofondo ricavato nel vano dell’autoradio in cui erano occultati cinque panetti di cocaina, per un peso complessivo di circa 5,7 chilogrammi oltre a 5mila e 200 euro in contanti. La droga e il denaro sono stati sequestrati come il suv utilizzato per il traffico illecito. 
La cocaina era probabilmente destinata alle piazze della Sicilia dove avrebbe fruttato circa 300mila euro.