L’incidente avvenuto il 26 ottobre vicino Roma, bloccato dai Carabinieri

31 OTT, ROMA – Nella tarda serata di ieri, i carabinieri della compagnia di Anzio, d’intesa con l’Autorità Giudiziaria, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un romano di 46 anni, con precedenti, con le accuse di omicidio stradale e omissione di soccorso.

L’uomo, secondo quanto ricostruito dalle indagini dai carabinieri scattate in seguito all’investimento di un cittadino tunisino di 58 anni lo scorso 26 ottobre a Tor San Lorenzo, sarebbe stato alla guida del furgone che ha travolto il pedone lasciandolo a terra senza soccorrerlo.

La vittima nella mattinata di ieri è deceduta all’ospedale San Camillo di Roma. I carabinieri hanno raccolto numerosi elementi di prova dalle analisi dei filmati di telecamere di videosorveglianza pubblica e privata presenti nelle adiacenze al punto dove è avvenuto il fatto, alla raccolta di dichiarazioni e testimonianze, e sono riusciti ad identificarlo e ad individuarlo nella zona di viale di Colle Romito, a Tor San Lorenzo. Il 46enne quando è stato fermato dai carabinieri ha subito ammesso le proprie responsabilità.