Portati da ‘nave madre’. Tra di loro 1 donna incinta e 6 bimbi

04 NOV, LA VALLETTA – Un gruppo di 49 migranti, tra cui 6 bambini e 4 donne di cui una incinta, è stato recuperato ieri da mezzi navali delle forze armate e di polizia di Malta mentre era bloccato ai piedi di una ripida scogliera battuta da forti onde sulla costa occidentale dell’isola, in un tratto raggiungibile solo dal mare vicino alla località di Ghar Lapsi. Lo riportano i media maltesi.

Nei video si nota che tutti i migranti sono in buone condizioni ed hanno abiti asciutti. Probabilmente il gruppo è stato sbarcato nella notte direttamente sulla costa maltese dopo aver fatto la traversata su una ‘nave madre’. Un portavoce della polizia ha riferito che i soccorsi sono stati attivati dopo una chiamata che ha segnalato la presenza dei migranti sulla costa.

Per recuperarli è stato necessario l’uso di un gommone, dove sono stati imbarcati a due-tre alla volta per fare la spola con una vedetta rimasta lontana dalle rocce. Il gruppo è stato sbarcato al molo Boiler Wharf nel porto di Valletta, dove è stato preso in consegna dagli agenti dell’immigrazione. La donne incinta è stata portata in osservazione al policlinico universitario Mater Dei.

Gli arrivi di migranti direttamente sulle coste maltesi non sono frequenti, ma a febbraio scorso un altro piccolo gruppo di migranti è stato intercettato sulla strada che corre lungo la ripida costa occidentale. Anch’essi, dopo una traversata direttamente dalla Libia, erano stati sbarcati da una ‘nave madre’ ma in un tratto più agevole.