E’ partita ufficialmente una nuova sfida per il Comune di Casali del Manco, il nuovo “Strumento Urbanistico”. Questo importante dispositivo avvierà  un processo importante per lo sviluppo del territorio promuovere uno sviluppo sostenibile del territorio in grado di coniugare tutela dell’ambiente, valorizzazione del paesaggio e miglioramento della qualità della vita. E’ stato presentato questa mattina alla presenza del responsabile di Settore e Rup, Ferruccio Celestino, del consigliere con delega all’Urbanistica, Fernando De Luca e del sindaco, Stanislao Martire.

“Un Piano Strutturale Comunale – ha spiegato il consigliere con delega all’Urbanistica del comune di Casali del Manco Fernando De Luca – che debba definirsi come un processo collegiale, di più soggetti pubblici e privati, teso alla condivisione e alla costruzione di una visione del futuro del territorio, e mirato al suo posizionamento competitivo sulla scena regionale, nazionale e internazionale.

Uno strumento in cui trovano esplicitazione le differenti rappresentazioni dei problemi e delle priorità; si confrontano e trovano mediazione interessi e bisogni anche antagonisti; si mettono a punto gli obiettivi e le strategie necessarie; si definiscono i progetti possibili, le risorse potenzialmente utilizzabili e soprattutto si raccolgono le assunzioni di responsabilità dei diversi partner, pubblici e privati.

Tra gli Obiettivi Strategici – prosegue De Luca –  per una nuova Politica di Governo del Territorio individuati dall’Amministrazione Comunale per la definizione degli indirizzi programmatici per la redazione dello Schema Preliminare del PSC, rientrano la conservazione e l’esaltazione delle qualità ambientali e naturali del paesaggio come strumento di miglioramento della qualità del territorio; la tutela delle identità storico-culturali e della qualità degli insediamenti; il contenimento del consumo di suolo e la diffusione dell’uso delle energie rinnovabili; la tutela della biodiversità, delle aree naturali, delle reti idrografiche e la salvaguardia del suolo come eco-sistema; l’incremento delle opere di prevenzione finalizzate al contenimento della fragilità e dei rischi legati al territorio; lo sviluppo di un modello di mobilità sostenibile di breve raggio; la rivalutazione ed il sostegno degli ambiti rurali e non urbanizzati; la promozione di un turismo sostenibile”.

Quello che si è svolto oggi è stato il primo di un ciclo di incontri pubblici dove verranno coinvolti cittadini e soggetti interessati al fine di iniziare a scrivere insieme le regole per una nuova Politica di Governo del Territorio.

Regole che dovranno tenere insieme l’esigenza di tutelare il nostro meraviglioso paesaggio e allo stesso tempo essere chiare e dinamiche per consentire sviluppo, una sfida che Casali del Manco vincerà se giocherà facendo squadra.

“Un territorio come quello di Casali del Manco – sottolinea ancora il consigliere con delega all’Urbanistica –   è complesso da governare ma non può sottrarsi dal compito di creare le condizioni migliori possibili affinché sia attrattivo per chi ci abita, per chi decide di venirci ad abitare, per chi ci lavora e per chi decidere di venire ad investirci.

Sulla base di questi presupposti siamo chiamati, tutti, a reinventare il nostro territorio e proiettarlo nel tempo, nella coscienza che le generazioni che verranno hanno importanza pari alla nostra.

Una responsabilità – conclude De Luca – che ha tuttavia la leggerezza dell’emozione e la stessa capacità di imporsi in ragione di quel “magnetismo” che Casali del Manco oggi esercita e che l’onore di governarlo ci chiama a proteggere ed esaltare”.