L’associazione moranese “Marinella Bruno” continua ad essere punto di riferimento per i bisogni del territorio e spazio di accoglienza ed ascolto per offrire assistenza e solidarietà. La fondazione con il Sud, nel bando straordinario dedicato al volontariato del Mezzogiorno, ha finanziato con 30 mila euro il progetto del sodalizio presieduto da Giuseppe Bruno. Il bando pensato per sostenere direttamente le attività ordinarie delle singole organizzazioni di volontariato al Sud, centrali nel supporto alle comunità locali soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria, ha premiato i progetti delle organizzazioni radicate sul territorio e che hanno sostenuto le comunità di appartenenza nel periodo della pandemia. 

Un riconoscimento importante per l’associazione nata in memoria di Marinella Bruno, che con questo contributo potrà «con serenità – ha dichiarato il presidente, Giuseppe Bruno – continuare ad essere punto di riferimento del bisogno per Morano Calabro e l’intera provincia di Cosenza come già facciamo da oltre un decennio, intensificando le collaborazioni con le istituzioni del territorio per offrire assistenza e solidarietà». 

Dopo la riqualificazione di “Palazzo Marinella” finanziata dalla Banca d’Italia, già sede operativa dell’ente, che diventerà spazio di accoglienza per i bisogni del territorio, questo contributo «rappresenta un importante sostegno per realtà come la nostra – ha aggiunto il presidente Bruno – che continuano a lavorare nel silenzio per aiutare chi è in difficoltà a non sentirsi solo in un periodo così complesso per la vita delle comunità. Questo nuovo risultato rappresenta uno stimolo per continuare,, imperterriti, la vera mission associativa: l’accoglienza, mettendo al centro le persone e l’ambiente». 

Soddisfatto il presidente Giuseppe Bruno ha voluto condividere questo risultato con i soci volontari e tutta la comunità, esternando ringraziamenti per il presidente Carlo Borgomeo e tutto lo staff della Fondazione con il Sud che hanno scelto di sostenere «realtà associative che in modo silente operano in favore del prossimo».