Un’occasione per gli amanti dell’arte e della tecnologia per contemplare opere, tra cui anche quelle di Raffaello e Caravaggio, in riproduzioni digitali, fedelissime rispetto all’immagine originale, realizzate adoperando le più moderne tecnologie.

Il Rotary Club di Catanzaro, presieduto da Vito Verrastro, in collaborazione con la Treccani e la Franco Cosimo Panini Editore, propone un evento che intende raccontare e spiegare lo straordinario sviluppo tecnologico degli ultimi anni nella fruizione e il recupero di beni artistici

Venerdì prossimo, 12 novembre, nella sala convegni dell’Hotel Guglielmo di Catanzaro, a partire dalle ore 18:00,  sarà possibile ammirare, rispettando le disposizioni anti covid, una mostra di alcuni Codici miniati e Quadri famosi, riprodotti con assoluta fedeltà rispetto all’immagine, ai supporti e ai pigmenti – in particolare per la consistenza e viscosità – del tutto identici all’originale.

Nel corso de “La riconquista dell’Aura perduta? Arte e Tecnologia. Nuove prospettive per la fruizione dei capolavori artistici”, questo il titolo del convegno, saranno in esposizione le riproduzioni originali di alcuni codici manoscritti medievali e rinascimentali e le riproduzioni in 3D di due Capolavori di Raffaello e Caravaggio. La produzione di queste opere è stata possibile grazie alla pluridecennale esperienza nella tecnica diagnostica delle opere d’arte – che ha accompagnato e sostenuto i più importanti restauri compiuti in Italia, dal Cenacolo di Leonardo al Giudizio Universale di Michelangelo – e alle nuove tecnologie di produzione in 3D.

“Le opere in mostra – si legge in una nota stampa – sono una riproduzione assolutamente indistinguibile, anche per un occhio allenato, dall’opera d’arte originale. La mostra consentirà di constatare direttamente quanto gli sforzi compiuti vadano al di la di ogni possibile immaginazione. Come tutto ciò si sia reso possibile, lo racconteranno due relatori d’eccezione, direttamente coinvolti nei processi sopra indicati, che descriveranno le conseguenze immediate e future di come tutto ciò abbia modificato è continuerà a modificare le modalità di fruizione e di recupero dei capolavori della storia dell’umanità: Luca Panini, Amministratore Delegato Franco Cosimo Panini Editore, e Valerio Vernesi, storico dell’arte e consulente Treccani per la formazione e la divulgazione delle opere dedicate alla storia dell’Arte nonché ricercatore Università Roma 3 e Collaboratore della Soprintendenza per i beni artistici e storici di Roma”.