“Da luglio ci stiamo occupando non solo delle stazioni ma anche dei treni che percorrono tutta la costa calabrese e, grazie alla sensibilità di alcuni membri, anche del diritto alla mobilità delle fasce più deboli”. È quanto dichiarano in una nota stampa i componenti del Comitato cittadino FerroviaJonica

“Diverse sono state le nostre sollecitazioni in tal senso al Mims e Trenitalia – affermano – al fine di far capire le difficoltà che i cittadini diversamente abili possono avere per prendere un treno. Il 13 ottobre Trenitalia ci ha informati che sui collegamenti Intercity da Reggio Calabria a Taranto (IC 558, IC 562, IC 564 e IC 566)  che dal prossimo 5 novembre sui treni sopra citati è disponibile una carrozza speciale con posti attrezzati dove i Prm potranno sostare con la propria carrozzina, insieme ai loro eventuali accompagnatori. Inoltre, su tale carrozza è altresì disponibile la toilette opportunamente attrezzata per l’utilizzo delle persone a mobilità ridotta con carrozzina”.

Da novembre 2021 viaggiare sui treni intercity per i cittadini diversamente abili sarà più confortevole. “Siamo fieri di questo risultato – continuano i rappresentanti del comitato – e continueremo a vigilare sull’intera rete di trasporti ferroviari. Inoltre, abbiamo sollecitato anche RFI in tal senso poiché le stazioni ad oggi non risultano facilmente accessibili e siamo stati informati che la linea Jonica comprende le seguenti sette stazioni accessibili alle persone con disabilità e mobilità ridotta, ove sono presenti percorsi privi di gradini e marciapiedi alti 55 cm: Annà, Catanzaro,Corigliano Calabro, Motta San Giovanni-Lazzaro, Reggio di Calabria Aeroporto, Reggio Calabria Bocale, Trebisacce. Ad esse si aggiunge, altresì, la stazione di Reggio di CalabriaCentrale.

Inoltre, Rfi segnala che le stazioni di Crotone, Catanzaro Lido,Sibari, Soverato e Melito di Porto Salvo rientrano nel progetto di Rfi c.d. “Easy Station”, volto al rinnovo e miglioramento degli spazi fisici delle stazioni nonché dell’informazione al pubblico,che renderà tali stazioni completamente accessibili alle persone con disabilità, motoria e sensoriale a ridotta mobilità ma nella pec ricevuta non si fa alcun riferimento ad alcun progetto finanziato con il Pnrr.

Sempre Rfi prevede di completare l’adeguamento delle stazioni di Melito e Soverato entro il 2023 e le restanti 3 località entro il 2026. Infine, Rfi evidenzia che le stazioni della linea jonica ricadenti nel network di offerta del servizio di assistenza alle persone con disabilità e a ridotta mobilità erogato da Rfi sono: Catanzaro Lido, Crotone, Reggio Calabria Centrale e Sibari. Il Comitato Cittadino Ferrovia Jonica lotterà affinché la ferrovia venga ammodernata ed i disagi ridotti al minimo”.