Un presunto corriere, originario di Reggio Calabria, è stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Termini Imerese, dopo essere stato trovato con circa 7,7 chili di cocaina trasportata a bordo di un’auto, sottoposta a controllo nei pressi dello svincolo autostradale di Buonfornello, in direzione di Palermo. Ad insospettire i militari, che lo avevano fermato per un controllo di routine, la particolare agitazione palesata dall’uomo.

Gli uomini delle fiamme gialle hanno eseguito un’ispezione del mezzo con l’aiuto delle unità cinofile. Ed è stato proprio il cane antidroga Elisir a fiutare i panetti di coca, nascosti, con abilità, in un vano ricavato all’interno del paraurti posteriore, accessibile solo dopo lo smontaggio di un carterino di plastica e di un coperchio in lamiera.

La sostanza stupefacente, che se immessa sul mercato avrebbe fruttato, al dettaglio, ricavi per oltre 600 mila euro, è stata sequestrato. Il conducente dell’auto, tra l’altro risultato anche percettore del reddito di cittadinanza, dopo l’arresto è stato portato nella casa circondariale “Cavallacci” di Termini Imerese, a disposizione della locale Procura della Repubblica.