“Velocizzare del 40%, entro cinque anni, il tempo in cui si devono concludere le cause, garantendo maggiore efficienza e salvaguardando, al contempo, il diritto di difesa. Diritto di famiglia, prevedere un unico procedimento per tutti i casi e valorizzare la giustizia di prossimità. Intorno a questi due argomenti che si svilupperà il convegno di studi sulla riforma della giustizia civile che prende spunto dal testo predisposto dall’apposita Commissione incaricata e presieduta da Francesco Paolo Luiso che venerdì 12 e sabato 13 novembre sarà a Corigliano – Rossano insieme a relatori di rilievo nazionale ed europeo”.

È quanto fa sapere Luca Candiano, presidente dell’associazione italiana giovani avvocati di Rossano tra i partner della importante due giorni promossa dall’ordine degli avvocati di Castrovillari, sottolineando che l’evento si inserisce nel solco di una tradizione giuridica secolare della città, viva, riconosciuta e meritevole di maggiore attenzione a livello centrale.

“La nuova stagione di riforme sulla giustizia civile: quali prospettive?”. È, questo, il tema dell’evento di formazione che si terrà nelle due giornate di venerdì 12, a partire dalle ore 15:00, e sabato 13, dalle ore 9:00, ospitato nella sala consiliare di Piazza Santi Anargiri, nel centro storico di Rossano. Coordinati dal presidente dell’ordine degli avvocati, Roberto Laghi, alle ore 15:30, dopo gli indirizzi di saluto e l’introduzione ai lavori del convegno a cura del Presidente Candiano, alle ore 16:00, il presidente della commissione riforma, Francesco Paolo Luiso relazionerà su “La riforma del processo civile”. Seguiranno, alle ore 16:30, gli interventi di Giulio Nardo, docente associato di Procedura Civile all’Unical su “Le prospettive processuali nella riforma”, alle ore 17:00, di Mauro Bove, ordinario di procedura civile all’università di Perugia, su “Gli accordi a distanza nella mediazione e conciliazione”, alle ore 17:30 di Angelo Santi, avvocato e mediatore, già presidente nazionale dell’Unam su “Le prospettive future sugli strumenti alternativi”. La prima sezione si concluderà con il dibattito che inizierà alle ore 18:30.  

“Il tribunale della famiglia – Luce e ombre”. È il tema della tavola rotonda al centro della seconda sessione in programma per le ore 9:00 di sabato 13 novembre. Coordinati da Odette Carignola, presiedente della sezione di Rossano – Castrovillari dell’osservatorio nazionale sul diritto di famiglia ne discuteranno insieme a Luiso, la presidente nazionale CamMino Maria Giovanna Ruo, il presidente del tribunale per i minorenni di Bari,  Riccardo Greco, il presidente del tribunale di Castrovillari, Massimo Lento, la presidente del Tribunale per i minori di Catanzaro, Teresa Chiodo, e il sostituto procuratore presso il Tribunale per i minorenni di Catanzaro, Michele Sessa. Le conclusioni sono state affidate alla senatrice, Fiammetta Modena, componente della 2a Commissione Giustizia del Senato. Il corso è accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Castrovillari con l’attribuzione di crediti formativi, esclusivamente per i partecipanti in presenza. Sarà possibile seguire i lavori del convegno in diretta streaming al link consigli.cloud/coriglianorossano.