22 NOV, FRASCINETO – “Non abbiamo mai dubitato della condotta del nostro segretario Lorenzo Cesa, confidando nel pieno operato della magistratura” Lo afferma in una nota il coordinatore regionale dei giovani UDC, Angelo Prioli, attualmente vice sindaco del Comune di Frascineto. Come giovani UDC della Calabria, continueremo a essere a suo fianco, nell’azione intrapresa per ridare all’Italia un grande centro organizzato e strutturato. Un’area in cui – evidenzia-, si possono ritrovare tutti i moderati, per rilanciare i valori del cattolicesimo democratico. Ne ha bisogno il Paese in cui la crisi dei partiti, si ripercuote sulle istituzioni, cedendo il passo ai populismi. Con Lorenzo Cesa – dichiara Prioli -, con la rappresentanza parlamentare e l’intero gruppo dirigente, faremo sentire la nostra voce affinché la legge di bilancio, possa ulteriormente contenere le misure necessarie a sostegno delle famiglie, delle imprese e dei giovani. Così come UDC, forti del risultato elettorale, con il sostegno pieno e leale al Presidente Occhiuto, faremo la nostra parte, per far si che la Calabria, possa utilizzare concretamente i fondi del Pnrr e dare quella svolta necessaria in tanti settori delicati, incominciando dalla questione sanità. I calabresi – ha concluso -, hanno il diritto di curarsi nella propria regione e avere servizi qualificati. Nel ribadire la nostra vicinanza al segretario Cesa, che lo ha visto suo malgrado, in una vicenda giudiziaria e la successiva archiviazione, il nostro percorso continua con maggiore convinzione insieme a lui per far rinascere il grande partito dei moderati, che sarà al centro della nuova stagione della politica italiana e delle riforme, con la consapevolezza a portare avanti con forza i nostri ideali e i nostri valori.