E’ accaduto in Wisconsin, negli Usa. Trovato il veicolo, arrestato un sospetto: sarebbe un rapper di 39 anni, con precedenti penali. Ignota la causa del folle gesto. Tra i feriti ci sono numerosi bambini

22 NOV, USA – E’ di almeno 5 morti e 40 feriti l’ultimo bilancio del tragico episodio che ha visto un suv investire ad alta velocita’ la tradizionale parata che apre le festivita’ natalizie a Waukesha, cittadina di oltre 60 mila abitanti a circa 30 km ad ovest di Milwaukee, in Wisconsin.

Tra le persone coinvolte ci sono numerosi bambini.

La polizia ha riferito di aver ritrovato il veicolo e arrestato “una persona di interesse”. Le sue generalita’ sono ancora ignote, come la causa del gesto.

Secondo diversi media Usa, anche se non c’è ancora conferma ufficiale, l’uomo sospettato di aver compiuto la strage sarebbe il 39enne Darrell Brooks Jr. Il sospetto, affermano le fonti, è stato fermato a Milwaukee ed è un rapper che si fa chiamare MathBoi Fly. Era in possesso di una chiave di una Ford. L’attacco alla parata è stato compiuto con una Ford Escape rossa. Secondo diversi siti, ed alcuni account su Twitter, Brooks avrebbe precedenti penali, e sarebbe iscritto nel registro dei molestatori sessuali di minori nello Stato del Nevada. Dal 1999 – dicono queste fonti, prive al momento di conferme ufficiali – è stato condannato per possesso di droga, resistenza a pubblico ufficiale ed aggressione. Ci sarebbero anche diverse indagini aperte su di lui. In rete sono comparse anche sue presunte foto segnaletiche.

L’incidente e’ avvenuto a meta’ pomeriggio quando un suv e’ piombato a velocita’ sostenuta sulla sfilata, accelerando proprio quando si trovava dietro una banda scolastica, prima di fuggire travolgendo le barriere. Un agente ha sparato alcuni colpi contro il veicolo ma senza centrarlo.

Le tragiche immagini dell’incidente sono state riprese in diretta sui social e sono rimbalzate sui network Usa. Molte persone sono state falciate, suscitando scene di panico, tra urla, pianti e fuggifuggi verso case e negozi per mettersi al sicuro. Numerose le famiglie con bambini. La zona e’ stata evacuata e isolata per alcune, poi l’allarme e’ cessato. Il timore e’ quello di un ennesimo attentato ma il capo della polizia locale, Dan Thompson, ha detto di non sapere se l’incidente sia legato al terrorismo. Non sono escluse altre ipotesi, come quella che il guidatore stesse fuggendo dopo aver commesso un altro reato, come un accoltellamento avvenuto in un’altra zona della citta’.

“Mentre stavamo tornando dalla parata abbiamo visto un suv che sfrecciava a tutta velocità lungo il percorso del corteo. Poi abbiamo sentito un forte boato e assordanti urla e pianti delle persone che erano state colpite dal veicolo”, ha raccontato ai media il consigliere comunale Angelito Tenorio, uno dei testimoni dell’episodio. “Poi abbiamo visto gente scappare o cessare di piangere, c’erano molte persone ferite a terra”, ha aggiunto. “Volavano corpi ovunque”, gli ha fatto eco un altro testimone.  “Un incidente tragico”, ha commentato il capo della polizia locale, Dan Thompson. Il sindaco Shawn Reilly intanto ha espresso la sua solidarieta’ ai feriti e alle loro famiglie. Oggi le scuole resteranno chiuse. La Casa Bianca “sta monitorando attentamente la situazione a Waukesha” e ha espresso solidarieta’ “a tutti coloro che sono stati colpiti da questo terribile incidente”, offrendo sostegno e assistenza ai dirigenti statali e locali.

Le scuole e alcune strade rimarranno chiuse oggi, per consentire un migliore svolgimento delle indagini, ha affermato Thompson. Il fatto è avvenuto al termine di una turbolenta settimana nel Wisconsin, dove un giovane americano, Kyle Rittenhouse, è stato assolto nei giorni scorsi dall’accusa di aver sparato a due uomini l’anno scorso durante delle proteste antiviolenza sfociate in disordini.