Nell’ambito dell’accordo tecnico Smd – Cai/Cnsas e in base all’attività addestrativa annuale programmata, si è svolta, oggi, l’esercitazione congiunta Am/Cnsas (Aeronautica Militare/Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico) denominata “Saralp Gio – 02” che ha visto coinvolti  l’equipaggio del HH-139A dell’ 84° Csar (Combat Search and Rescue) di Gioia del Colle e i Tecnici della Delegazione Nord del Soccorso Alpino e Speleologico Calabria.

“Scopo di tale attività – si legge in una nota – è stato quello di mantenere un ottimale livello di interoperabilità fra le Unità Sar A.M ed i tecnici del soccorso alpino e speleologico Calabria impegnati in operazioni di soccorso aereo, mediante la simulazione di soccorso di persone in difficoltà in ambiente impervio/montano. Lo scenario individuato per questa edizione è stato quello delle aree comprese nel versante meridionale/calabrese del Parco nazionale del Pollino in particolare nella zona di Frascineto.  Gli operatori e gli equipaggi si sono addestrati, oltre al briefing propedeutico di prammatica delle procedure operative e di Sicurezza Volo agli imbarchi e sbarchi al suolo ed in hovering con utilizzo del verricello ed all’impiego della barella in dotazione”.

L’attività addestrativa, si è svolta sotto il comando e controllo del comando operazioni aerospaziali di Poggio Renatico, in provincia di Ferrara. Nello specifico, coordinati dal desk del Rescue coordination centre (RCC). L’evento, costituisce un significativo esempio di sinergia tra le diverse specializzazioni e competenze del personale impiegato nel campo della ricerca e soccorso dei diversi Enti nazionali.