Un impegno formale quello sottoscritto nei giorni scorsi tra Unpli, Unione delle Proloco d’Italia, della provincia di Cosenza e ANPAL servizi, l’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro. Un protocollo d’intesa che chiude un percorso di confronto e dialogo tra due organismi che sono ben rappresentati sui territori e che mette in luce gli impegni e le azioni che intendono porteranno avanti. La collaborazione mira a contribuire al rafforzamento delle sinergie tra istituzioni scolastiche ed enti territoriali, soggetti appartenenti al mondo dell’associazionismo e del volontariato e del mondo del lavoro, attraverso la costruzione di percorsi formativi strettamente connessi all’esigenza di sviluppo sostenibile del territorio.

A sottoscrivere il protocollo, presso la colonia di San Benedetto di Cetraro, il presidente dell’Unpli provinciale Antonello Grosso La Valle e il responsabile ANPAL Servizi area territoriale Calabria e Campania, Michele Raccuglia, alla presenza dei diversi rappresentanti territoriali dei due organismi. L’obiettivo è quello di sostenere e promuovere lo sviluppo di percorsi rivolti agli studenti nell’ambito dell’orientamento al mondo del lavoro e per l’acquisizione di competenze trasversali, correlate al settore del no profit, legalità, solidarietà impegno civico ma anche alla tutela e valorizzazione dei territori.

“È un accordo importante, quello con l’Unpli – ha sottolineato Raccuglia – perché avviciniamo soprattutto con queste attività il mondo della scuola al mondo del lavoro, utilizzando la rete di persone competenti e presentando progetti che sappiano valorizzare il territorio, la cultura, il turismo, che sono i punti di forza della regione Calabria”. Ed ha aggiunto: “In questo percorso abbiamo anche l’accompagnamento e il sostegno della Regione Calabria che sta puntando su queste iniziative. Una rete, quindi, che si mette a disposizione dei ragazzi con l’obiettivo di accompagnarli verso il mondo del lavoro con competenza e professionalità”.

“Un impegno legato alle politiche del lavoro e all’affiancamento rivolto ai giovani. Un’azione determinante, dunque, che ha come missione principale quella di sostenere buone pratiche e che mira ad una maggiore conoscenza dell’evoluzione e delle richieste del mercato del lavoro”. Così il presidente Grosso La Valle che nel suo intervento ha ringraziato l’ANPAL, dal responsabile Michele Raccuglia a tutti gli altri referenti: la coordinatrice Ida Martire, Francesco De Simone, super visor e De Luca, operatore delle Transizioni. E nella chiusa lo stesso ha affermato: “Oggi completiamo quella che è stata un’azione di conoscenza e di condivisione di obiettivi, un’azione che vuole portare avanti determinati pilastri per incentivare e migliorare nella nostra regione il mercato del lavoro con competenze, multisettorialità, professionalità ma anche attraverso un approccio diverso, innovativo e sostenibile”.

Arcuri Fabrizia