Era assieme ad altre due persone che vennero subito bloccate

13 DIC, VILLA SAN GIOVANNI – A febbraio scorso era riuscito a sfuggire all’arresto dopo essere stato sorpreso dai carabinieri, assieme a due altre persone che, invece, vennero bloccate e trovate in possesso di circa mezzo chilo di marijuana.

Un trentaseienne di San Roberto, A.C., è stato arrestato e posto ai domiciliari dai carabinieri a Villa San Giovanni con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Gip di Reggio Calabria su richiesta della Procura reggina.


    Il provvedimento è stato adottato a seguito dei risultati di un’attività d’indagine avviata all’epoca dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Villa San Giovanni e che ha consentito di risalire all’identità dell’uomo. Dalla fuga del trentanovenne i militari, infatti, hanno avviato le indagini che hanno consentito di mettere assieme una serie di elementi in grado di permettere l’individuazione della terza persona coinvolta nella cessione della sostanza stupefacente interrotta dall’arrivo dei carabinieri.