RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Buoni natalizi: «Esprimiamo grande preoccupazione. In un periodo di festa non bisogna lasciare nessuno indietro».

17 DIC, COSENZA – Con l’avvicinarsi delle festività natalizie, peraltro in un periodo storico così difficile segnato purtroppo dalla pandemia, come minoranza in seno al Consiglio Comunale di Cosenza esprimiamo grande preoccupazione perché non abbiamo né noi, né tanto meno i cittadini, ricevuto alcuna notizia sulla programmazione dei buoni spesa da destinare ai nuclei familiari più bisognosi.

L’improvviso riacutizzarsi della diffusione del virus genera molta preoccupazione ed è quanto meno strano che alcune recenti scelte amministrative adottate dall’Amministrazione targata Franz Caruso non vadano nella direzione auspicata.

Ad oggi non è stata programmata né, tanto meno, attivata nessuna modalità di erogazione dei buoni spesa, nonostante la precedente Amministrazione avesse lasciato la piena disponibilità di risorse dedicate.

Da sempre, infatti, l’Amministrazione Comunale dedica attenzione e importanti risorse di bilancio alle persone che versano in situazioni economiche difficili e socialmente disagiate attraverso un apposito avviso pubblico, che peraltro in periodo pandemico è stato caratterizzato anche da una particolare attenzione al metodo di raccolta delle istanze. Ovvero attraverso la compilazione telematica della domanda da presentare per il rilascio del beneficio economico dei buoni spesa alimentari.

La distribuzione una tantum dei buoni spesa,sempre attraverso un metodo trasparente, tende a poter portare un po’ di sollievo a chi versa in situazioni di evidente difficoltà e di disagio, in special modo durante il periodo di festività natalizie, per dimostrare la vicinanza dell’Ente.

I buoni spesa una tantum, da utilizzare per l’acquisto di beni alimentari e di prima necessità, sono stati  consegnati, anche a domicilio, grazie ai vigili urbani, durante il periodo delle festività di fine anno.

Si tratta di una misura di sostegno al reddito che è sempre stata garantita anche nei momenti più difficili e che non può e non deve essere sostituita dalla consegna arbitraria di alcuni pacchi, senza una effettiva garanzia di trasparenza e senza dare un aiuto concreto a chi ne ha più bisogno.

Il buono natalizio è solo uno dei tanti interventi che il Comune nella precedente gestione aveva individuato nell’ambito delle politiche sociali e che speriamo possa continuare a produrre effetti per migliorare la qualità della vita dei nostri concittadini.

Certo, non è un intervento che risolve le tante situazioni di povertà che sussistono nella nostra comunità, ma è un segnale che conferma l’attenzione che il governo civico dovrebbe avere nei confronti di tutti i cittadini bisognosi.

Essere felici è un diritto al quale dovrebbero avere tutti accesso, sempre e ogni giorno. Oggi, nonostante l’agiatezza dei tempi, ci sono persone che vivono ancora in condizioni di estrema difficoltà economica ed è a loro che dobbiamo rivolgere sempre maggiore attenzione.

I Consiglieri comunali di Minoranza