Il sindaco, Giacomo Perrotta, ha comunicato che, stante la costante crescita dei contagi, con una percentuale di positività pari al 10,23%  e la presenza della variante ‘Omicron’, caratterizzata da un alto tasso di contagiosità, “si sta valutando, di concerto con le autorità sanitarie competenti, la fattibilità o meno di alcuni eventi, presenti nel Cartellone del Vivi il Natale a Scalea.

Considerato che da qui a brevissimo vi sarà un incremento della popolazione, dovuto al rientro per le festività Natalizie – ha asserito il primo cittadino – è necessario monitorare, costantemente, la curva epidemiologica ed evitare eventuali focolai. In alcuni eventi già programmati, tipo il Capodanno in Piazza, la Befana in Piazza ed altri, in cui si riverserebbero un numero ingente di persone – ha continuato Perrotta – risulterebbe complesso avere il pieno controllo del numero dei partecipanti e, di conseguenza, effettuare il tracciamento in caso di eventuale positività, riconducibile a persone partecipanti all’evento stesso. In questo momento – ha concluso il sindaco di Scalea – la nostra priorità è, e deve essere, quella di salvaguardare la salute degli Scaleoti ed evitare situazioni che possono aggravare una situazione pandemica che desta non poche preoccupazioni.

L’Amministrazione comunale, è in costante contatto con le autorità sanitarie. In questo momento, non possiamo che anteporre la salute di tutti ad un’opportunità importante di ripartenza che sono convinto non tarderà ad arrivare”.