Una fiaccolata silenziosa, scandita da melodie che trafiggono l’anima. Un cammino solidale che martedì scorso, 21 dicembre, si è snodato per le vie del piccolo borgo di Cirella al fine di raccogliere fondi e sensibilizzare l’opinione pubblica su una malattia che colpisce le donne: il tumore al seno.

In nome di Ciscky, una ragazza del luogo che sta lottando come una guerriera contro questo male, una comunità intera si è riunita in preghiera. Dopo la benedizione, impartita dal parroco della chiesa di Santa Maria dei Fiori, Don Lillino, il corteo, con in testa il vice sindaco di Diamante, Pino Pascale, ha percorso gli angoli più suggestivi della frazione della città dei murales in un unico abbraccio virtuale, rivolto a chi sta combattendo contro il carcinoma che trafigge lo spirito, ma che, nello stesso tempo, deve donare quella forza interiore per rinascere. Numerose persone, sul cui capo spiccava un cappellino rosa, hanno illuminato le vie del centro di Cirella per lanciare un messaggio di solidarietà e vicinanza. Un pensiero comune, rivolto a Ciscky e a chi, come lei, giorno dopo giorno, compie piccoli passi verso la vita. Un esempio dal quale prendere insegnamento, anche e solo con piccoli gesti quotidiani.  

“Siamo soddisfatti per la riuscita della manifestazione – hanno affermato gli organizzatori -. Un pomeriggio di preghiera e di solidarietà. Il nostro ringraziamento – continuano – va a tutti coloro i quali hanno contribuito alla riuscita dell’evento e a chi ha voluto contribuire alla raccolta fondi”.

Anche da Scalea è arrivato il sostegno di molti alla campagna contro il tumore al seno. Adele, Nancy, Michele, Francesco, Barbara, Vincenzo, Luca, Rossana, Gessica, Armando, insieme a Maria Rosaria, Claudia, Angela, Francesca, Carmelina e tantissimi altri. Una comunità intera che, attuando buone pratiche, ha voluto e continua a sostenere chi ha bisogno.