03 GEN, CALOVETO – I casi di positività al tampone rapido effettuati in questi
giorni nelle farmacie, dovranno essere confermati dall’Azienda Sanitaria Provinciale, l’unica a poter
accertare l’avvenuto contagio e a tracciare i contatti stretti. Quelli ad oggi ufficiali, sul territorio
comunale, sono 3, già sottoposti alla quarantena.
È quanto fa sapere il Sindaco Umberto Mazza informando di essere in costante contatto con l’Asp
di Cosenza per ogni eventuale provvedimento da assumere e che, in assenza di dati ufficiali,
valgono le misure uguali per tutti: l’obbligo del rispetto del distanziamento interpersonale e l’uso
della mascherina FFP2 anche all’aperto.
Il Sindaco coglie l’occasione per esprimere soddisfazione per l’ambia partecipazione all’ultimo vax
day: sono 160 le dosi somministrate, tra prima, seconda e booster.
Il rischio di affidarsi a dati non ufficiali, al di fuori dei soli canali istituzionali prescritti e degli organi
sanitari competenti – continua il Primo Cittadino – è quello di generare confusione ed allarme
sociale.
Visti i dati comunicati dalla farmacia cittadina all’Amministrazione Comunale, in attesa di essere
trasmessi all’Asp – – aggiunge –rinnoviamo l’appello a mantenere comportamenti responsabili e ad
evitare assembramenti. In caso di positività al tampone rapido – ricorda Mazza – è necessario
mettersi in isolamento, in attesa di essere convocati dall’ASP.