Nel decreto, emanato dal Consiglio dei ministri il 5 gennaio scorso, sono state introdotte ulteriori novità sull’uso del Super Green Pass e del Green Pass base  che diventano .obbligatori per altre categorie e attività.

Dal 20 gennaio, fino al 15 giugno, scatta l’obbligo di Green Pass base, ottenibile con vaccinazione, guarigione o tampone negativo, per accedere alle attività di servizi alla persona come parrucchieri ed estetisti.

Il Green Pass base, dall’1 febbraio al 15 giugno, servirà anche per accedere ai servizi bancari e finanziari, ai negozi e ai centri commerciali, agli uffici pubblici come comuni, province e regioni, negli uffici di Inps e alle poste.  

Dal 15 febbraio, l’obbligo di Super Green Pass, ottenibile solo con la vaccinazione o con la guarigione dal Covid-19, sarà esteso a tutti gli over 50 per accedere a tutti i luoghi di lavoro pubblici e privati. Per ora, la certificazione verde rafforzata ha una durata di 9 mesi dalla guarigione o dal completamento del ciclo vaccinale primario o dalla dose booster, ma dall’1 febbraio il periodo di validità scenderà a 6 mesi.

Il Super Green Pass, diventa già obbligatorio dal 10 gennaio al 31 marzo per diverse attività, oltre che per salire su tutti i mezzi di trasporto, compresi quelli locali e regionali. Fra queste, gli eventi e le competizioni sportive, gli spettacoli al chiuso o all’aperto. Il Super Green Pass, dal 10 gennaio servirà anche per i centri culturali, sociali e ricreativi, per i centri congressi, le sagre, le fiere, i ristoranti e i bar, sia al chiuso che all’aperto.

Certificazione verde rafforzata necessaria anche per accedere ad alberghi e altre strutture ricettive, a feste e ricevimenti di matrimoni, battesimi.

Dal 10 gennaio il Super Green Pass servirà anche per piscine, centri natatori, sport di squadra e centri benessere anche all’aperto, oltre che per l’accesso agli impianti sciistici. Per chi non possiede né il Super Green Pass né il Green Pass base si va verso la possibilità di accesso solo alle attività considerate essenziali, come i supermercati e le farmacie.