Il mezzo pesante è rimasto sospeso tra le corsie, traffico rallentato

15 GEN, MORANO – Tragedia sull’A2 Autostrada del Mediterraneo nei pressi dello svincolo di Morano Calabro.

Un uomo di 62 anni, di nazionalità ucraina, che era alla guida di un tir carico di derrate alimentari, è morto dopo che il mezzo pesante si è ribaltato finendo incastrato tra le lamiere del guardrail.

Inizialmente le condizioni dell’uomo, che dopo l’incidente autonomo è rimasto incastrato tra le lamiere del mezzo pesante, non erano apparse gravi. In un primo momento, infatti, il sessantaduenne era riuscito a comunicare con i soccorritori ma successivamente non ha più risposto alle sollecitazioni.
    Sul luogo dell’incidente, oltre all’elisoccorso con i sanitari del 118, sono giunte tre squadre dei vigili del fuoco provenienti dalla sede di Cosenza e dal distaccamento di Castrovillari che hanno lavorato in sospensione per estrarre nel più breve tempo possibile la vittima dalle lamiere accartocciate della cabina di guida. Secondo una prima ricostruzione, il conducente avrebbe perso il controllo del mezzo pesante impattando più volte prima di arrestarsi tra le lamiere del guardrail posti su un viadotto. La cabina di guida del camion è rimasta sospesa tra le due corsie autostradali. Il traffico ha subito rallentamenti ed è stato deviato con uscita obbligatoria e rientro per tutti i veicoli in direzione sud nello svincolo di Morano Calabro. In direzione nord sono state chiuse le rampe di uscita e di ingresso. Sul posto la Polstrada per i rilievi e le squadre Anas per la gestione del traffico in piena sicurezza allo scopo di permettere il recupero del mezzo pesante e consentire il ripristino della regolare viabilità.