“Ringrazio l’AIxIA per la fiducia che mi è stata accordata e che mi sprona e motiva ad affrontare, con entusiasmo, l’impegno dei mesi a venire – ha affermato Greco -. L’Intelligenza Artificiale ha, ormai, da tempo, valicato i confini della ricerca scientifica, concretizzandosi in tecnologie e applicazioni che stanno trasformando la nostra vita e le nostre relazioni sociali.

In questa rivoluzione dai ritmi frenetici e a volte convulsi – continua – diventa sempre più importante sensibilizzare le cittadine e i cittadini sulle grandi opportunità e sui rischi di queste tecnologie e, al contempo, promuovere ricerca teorica e applicata sull’IA che sappia portare benefici alle persone e alla società, diventando un ingrediente essenziale per un modello di sviluppo pienamente sostenibile. Questa è,dunque, la sfida degli anni a venire. Una sfida che l’AIxIA saprà affrontare con entusiasmo e competenza, caratterizzandosi con sempre più forza quale punto di riferimento in Italia sull’Intelligenza Artificiale”.

Al professor Greco sono arrivate le congratulazioni del rettore dell’Unical, Nicola Leone, con cui il docente collabora da anni. “Un incarico prestigioso – ha dichiarato Leone – che conferma la leadership scientifica dell’ateneo nel campo dell’Intelligenza artificiale. L’Università della Calabria è, anche, tra i pochi atenei in Italia a vantare, tra i suoi docenti, due EurAI fellow, il più importante titolo europeo del settore, che viene conferito da una giuria internazionale a non più del 3% dei migliori scienziati del vecchio continente”.

Ordinario di Informatica, nella sua ventennale attività di ricerca Gianluigi Greco si è interessato a vari ambiti dell’Intelligenza Artificiale, “spaziando – si legge nella sua bibliografia – dallo studio di metodi e tecniche per la rappresentazione e il ragionamento automatico su basi di conoscenza, alla definizione di meccanismi di coordinamento e collaborazione in sistemi multi-agente, allo sviluppo di algoritmi rispondenti a principi di fairness nell’ambito di sistemi AI per il decision-making. Le sue attività di ricerca hanno ricevuto numerosi premi nelle conferenze e riviste internazionali di riferimento del settore, tra cui l’IJCAI Distinguished Paper Award nel 2018 e l’IJCAI-JAIR Best Paper Award nel 2008. È EurAI Fellow, il più prestigioso riconoscimento conferito dall’Associazione Europea per l’Intelligenza Artificiale (EurAI); ha inoltre ricevuto una Kurt Goedel Research Prize Fellowship dalla Kurt Goedel Society, ed è stato insignito del Marco Somalvico Award, proprio dall’AIxIA. Parallelamente alle attività scientifiche, è molto attivo sul fronte del trasferimento tecnologico, come coordinatore di iniziative con partnership industriali focalizzate sull’impiego di tecnologie AI in specifiche filiere produttive, membro di board scientifici di poli per l’innovazione e per l’accelerazione d’impresa e promotore di start-up basate su sistemi AI”.