Tra le novità ci sarebbe l’ingresso “pass free” alle poste per il ritiro della pensione, mentre per gli altri servizi postali resterà necessario il certificato base o rafforzato. Sembra che nell’elenco figurino alcuni tra i servizi essenziali: alimentari, supermercati, farmacie. Dovrebbero poi restare “pass free” gli impianti di distribuzione carburanti e le edicole all’aperto.

Dal primo febbraio, invece, scatta l’obbligo di Green pass per i pubblici, parrucchieri ed estetisti. Durerà fino al 31 marzo. Identica misura anche per i colloqui con i detenuti in carcere. Dal primo febbraio lo stesso obbligo scatta per i servizi postali, bancari finanziari, fino alle attività commerciali.