27 GEN, SAN GIOVANNI IN FIORE – I Carabinieri della Compagnia di Cosenza hanno eseguito l’ordine di arresto nei confronti di tre persone, indagate per concorso in violenza sessuale a danno di persone tra cui anche due minori.

I militari della Stazione Carabinieri di San Giovanni in Fiore (CS) avevano avviato un’attività di indagine, poichè c’erano validi motivi di ritenere che un 46enne potesse abusare sessualmente di due ragazze, una delle quali disabili, all’interno della loro abitazione.

Gli approfondimenti delle indagini svolte non solo hanno avvalorato l’ipotesi investigativa originaria, ma hanno permesso di accertare ulteriori abusi sessuali, commessi sempre dallo stesso indagato, a danno di un’altra sorella, anch’essa disabile, da poco maggiorenne.

Viene, inoltre accertata la responsabilità dei genitori, un 46enne ed una 48enne, per aver favorito gli abusi sessuali, permettendo l’accesso alla loro abitazione e l’utilizzo esclusivo di una camera da letto all’indagato in questione.

Nel corso delle indagini è anche emerso che l’indagato, dopo aver compiuto gli abusi, era solito lasciare pochi spiccioli.

Relativamente alle tempestive indagini svolte, il GIP presso il Tribunale di Cosenza, su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha disposto immediatamente la custodia cautelare in carcere nei confronti del 46enne, autore degli abusi, mentre nei confronti della madre è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari e nei confronti del padre la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Per i genitori, il GIP presso il Tribunale di Cosenza, ha, altresì, disposto la sospensione della potestà genitoriale nei confronti delle due figlie minori.