Anche la Calabria avrà i propri rappresentanti pasticceri riuniti sotto le insegne della Confederazione pasticceri italiani.

Giovedì pomeriggio, a Lamezia Terme, ha avuto luogo la prima assemblea per formalizzare la nascita della Conpait Calabria. Ventuno i soci fondatori, undici quelli eletti nel primo storico direttivo.

Rocco Scutellà è stato eletto presidente per acclamazione. Un nome più che noto. Maestro pasticcere e proprietario della storica pasticceria Scutellà di Delianuova che, nei mesi scorsi, ha ricevuto uno dei premi più prestigiosi dalle mani del maestro Iginio Massari e della figlia Debora, nel corso dell’evento internazionale Host2021.

Insieme a lui, nel direttivo, Mario Lanzillotta (vice presidente), Fabio Taverna (tesoriere), Emanuele Scionti responsabile della provincia di Reggio Calabria, Marco Carelli responsabile della provincia di Cosenza, Katia Viola responsabile della provincia di Catanzaro e Crotone, Domenico Cirianni responsabile della provincia di Vibo, Gaetano Vincenzi responsabile Gelateria. Oltre che i consiglieri Cicciu Antonino e Davide Destefano .

Presente al simposio il presidente della Confederazione Pasticceri Italiani Angelo Musolino, orgoglioso “delle scelte fatte e del lavoro che i pasticceri portano avanti quotidianamente con sacrifici e passione”.

Rocco Scutellà, figlio d’arte e pasticcere alla terza generazione, dovrà rappresentare il mondo della pasticceria tra creatività, eccellenza e innovazione, argomenti per altro trattati dalla Confederazione nazionale. “Esperienza, professionalità e concreti aiuti per chi cerca una guida in questo mondo. Un settore che cerca di trainare l’intero comparto: insieme, anche in Calabria, si può riuscire nell’impresa di realizzare importanti attività, formare ancora di più gli appassionati e continuare a crescere tra le mille prelibatezza della nostra terra”, il leit-motiv espresso dai protagonisti”.