18 MAG, PRAIA A MARE – Un Patto di consiliatura tra Amministrazione comunale e imprenditori, commercianti ed artigiani e la creazione di una Consulta permanente per definire le strategie più opportune da attuare per favorire lo sviluppo economico del territorio.

Sono due delle proposte avanzate ieri sera dalla candidata a Sindaco Anna Maiorana agli operatori del settore. L’incontro si è svolto nella sede elettorale del gruppo politico alla presenza di tutti i candidati alla carica di consigliere comunale della lista Amare Praia.

Imprenditori, esercenti ed artigiani sono stati prodighi di informazioni e di richieste e hanno evidenziato alcune criticità, a loro giudizio esistenti. Hanno chiesto interventi specifici e mirati in materia di raccolta dei rifiuti, tributi locali, promozione ed accoglienza turistica, accoglienza nelle case vacanze, decoro cittadino, programmazione di eventi, revisione delle rendite catastali, pianificazione urbanistica e recupero di siti ed edifici in disuso da utilizzare per insediare attività produttive ed artigianali.

Una delle esigenze manifestate dagli esercenti praiesi, insieme alla necessità di elevare la qualità dei flussi turistici, è la creazione di un itinerario di accoglienza capace di connettere tutte le attività commerciali del paese in un’unica rete territoriale.      

Il dibattito che è scaturito dagli interventi e dalle proposte dei presenti ha visto direttamente impegnati gli assessori comunali uscenti Fernando Marsiglia e Angelo De Presbiteris e i neocandidati Pasquale Martino e Vito Mandarano.

Anna Maiorana, Vicesindaco di Praia a Mare e candidata a sindaco della lista Amare Praia

“Abbiamo ascoltato con molto interesse quanto gli imprenditori, i commercianti e gli artigiani praiesi hanno detto e nel corso dell’incontro. Ci sono state rappresentate alcune criticità. E su queste criticità siamo chiamati a dare risposte. Siamo convinti che la via del dialogo e del confronto sia l’unica strada percorribile. Praia è una realtà in crescita: viva, attiva e virtuosa. Dobbiamo difenderla dagli attacchi strumentali. Abbiamo evidenziato con chiarezza che i Comuni italiani hanno obblighi definiti dalle normative sovracomunali – ad esempio in materia di Tari e canoni acqua e fognatura – e che questi obblighi non possono e non potranno essere sovvertiti da vane ed illusorie promesse propagandistiche fatte in campagna elettorale: resta il nostro impegno a cercare ogni soluzione che possa portare a ridurre il costo dei servizi e di conseguenza a ridurre le tariffe corrisposte dai cittadini. Abbiamo confermato il nostro impegno e la nostra disponibilità a definire tutte le iniziative in grado di consentire a cittadini ed imprese un sano sviluppo socio-economico. E crediamo che ciò debba essere fatto con onestà e competenza senza prendere in giro gli elettori. Crediamo nel dialogo e nel confronto e crediamo che un Patto di consiliatura con imprenditori, commercianti ed artigiani ed una Consulta permanente del commercio possano rispondere a tale esigenza. Una cabina di regia che possa proporre e sostenere iniziative strategiche in materia economica e che abbia compiti di programmazione rispetto alle esigenze espresse dagli operatori del settore è ciò di cui Praia ha più bisogno per affrontare tutte le sfide che ci attendono”.