Da  qualche giorno il fisioterapista è entrato nello staff medico della compagine rossazzurra

20 GIU, DAVOLI (CZ) –  Le vie dello sport sono infinite. Ci sono sempre nuove strade da percorrere e nuovi inizi da scoprire.

Per Eugenio Muzzì coincide con un sonoro  7- 1 ai cugini del “Sicilia Beach Soccer” l’esordio da fisioterapista nella specialità da spiaggia.

Il fisioterapista, che da anni alterna attività professionale  tra lo Studio Medico “Fisiolife” a Davoli Marina e collaborazioni calcistiche tra i professionisti e i dilettanti calabresi, da qualche giorno sta mettendo mano sui muscoli del “Catania Beach Soccer”, Serie A della disciplina giusto per intendersi.

La vittoria schiacciante, alla prima di campionato, tra l’altro nel derby molto atteso e sentito, sembra essere più di una semplice coincidenza con l’ingresso nello staff medico – fisioterapico di Muzzì.

«Un’esperienza straordinaria –  sottolinea -, davvero coinvolgente e appassionante che voglio vivere a pieno, assaporandola fino in fondo.

Ringrazio con sincero affetto la dirigenza del “Catania Beach Soccer”, con in testa il presidente Giuseppe Bosco, per avermi voluto con loro.

Darò il massimo per contribuire al raggiungimento di traguardi sempre più lusinghieri per i colori rossazzurri».

Il “Catania Beach Soccer” ha iniziato la stagione alla grande, trionfando nella Supercoppa Italiana alle spese del Pisa, superato 5 – 4.

Un successo galvanizzante per tutto l’ambiente che ieri, a Pisa, ha conosciuto la prima sconfitta in campionato: 3 –  1 in favore dei toscani.

Ma si sa, le vie dello sport sono infinite.